/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 10 febbraio 2019, 18:56

VIDEOGOL E CRONACA - Lascaris-Rivoli 1-1: botta e risposta Patrone-Esposito

Nisticò in panchina: "Troppi errori". E il tecnico locale Telesca rimprovera l'arbitro di Agropoli di non conoscere troppo bene Favale...

La gioia di Patrone ed Esposito. Duello Grancitelli-Persiano

La gioia di Patrone ed Esposito. Duello Grancitelli-Persiano

>> PROSSIMI AGGIORNAMENTI: FOTOGALLERY

PROMOZIONE B

LASCARIS-RIVOLI 1-1

Lascaris: Toscano, Pirro, Lavalle, Riva Governanda, Bettega, Patrone, Pisani, Rizzo, Persiano, Aloisi, Pasqualone. A disp.: Simonetta, Botti, Musso, Capuano, Rammah, Marginean, Ben Mannai, Romano, Bittolo Bon. All.: Telesca.

Rivoli: Marcaccini, Gandiglio, Mulatero, Di Dio, Grancitelli, Rignanese, Esposito, Noia, Cirillo, Favale, Galasso. A disp.: Risucci, Drago, Palermo, Shaker, Soresini, Carini, Marino, De Stefani, Civitella. All.: Nisticò.

Arbitro: Marra di Agropoli (Cufari-Pellegrino di Torino).

Reti: 14' Patrone, 32' rig. Esposito (R)

Un punto ciascuno. Iniziamo subito col dire che l'esito del partitone di Promozione B non fa una piega. Giusto così.

Gli allenatori non sono sembrati pienamente soddisfatti viste le urla in panchina. Telesca - sponda Lascaris - ha predicato gioco più veloce, riuscito solo in parte dai bianconeri, e ha sostituito bomber Persiano dopo qualche pallone perso di troppo: stranamente non è stata la partita del "Van Persie", abituato a risolvere proprio questi match e imbrigliato tra Grancitelli e Di Dio. Nisticò (nonostante il gran freddo) si è sbarazzato del giaccone per rimanere in tuta: caldissimo il mister, che ha rimproverato ai rivolesi troppi errori tecnici e lentezza mettendosi spesso le mani tra i capelli.

Il bicchiere mezzo pieno, comunque, c'è. La Rivarolese ha vinto, la zona playoffs è intasata, ma la classifica resta apertissima: è davanti sempre il Rivoli, ma il Lascaris ha tenuto testa. 

Non è stata la partita dei colpi di genio (uno spunto davvero interessante di Aloisi nel secondo tempo, soffocato il talento di Favale, comunque decisivo, assieme a quello di Esposito, Pasqualone e Ben Mannai, il generosissimo Cirillo ha fatto un po' arrabbiare Nisticò), ma è stato un match che ha visto dominare le forze difensive e la tattica.

Dopo i primi squilli del Rivoli (destro di Cirillo ribattuto, azione personale di Favale) il Lascaris convince di più dal punto di vista della costruzione del gioco. Se ne accorge Nisticò, che richiama subito i suoi. Al 14' i bianconeri passano in vantaggio sugli sviluppi di una punizione segnalata dal guardalinee e non dall'arbitro. Un piazzato che lascia tanti dubbi ai rivolesi, così come qualche perplessità lascerà al Lascaris la caduta in area di Favale per l'1-1.

Curiosa la scenetta. Il secondo assistente, poco prima dell'arcobaleno di Aloisi, dice a Nisticò di "...non protestare dopo soli 10 minuti di gioco". Poi Patrone di testa incorna in mezzo all'area e fa gol. 1-0. Nisticò risponde con ironia all'assistente: "Capito adesso perchè protestavo dopo soli 10 minuti...?". E il Rivoli dovrà lavorare sulla propria resistenza agli urti dei calci piazzati.

Al 25' bella azione Aloisi-Persiano-Rizzo-Pasqualone con tiro di quest'ultimo controllato da Marcaccini. Al 32' l'1-1: Favale viene sgambettato da Rizzo in area. Il contatto sembra esserci. Telesca in panchina grida: "E' la ventesima volta che prendono il rigore in questo modo...". E a fine partita dirà: "L'arbitro di Agropoli non conosce bene Favale...".

Nonostante il pareggio Nisticò chiede al Rivoli un giro-palla più veloce ("Due tocchi!") ma il Lascaris spesso non lo concede con un ottimo pressing.

Nella ripresa la grande occasione per l'1-2 è sui piedi di Galasso, che servito da un'imbucata di Cirillo salta anche Toscano e deposita fuori al 10'. Poco dopo ancora Cirillo si traveste da assistman e manda al tiro Noia. Il Lascaris risponde con il 2-1 annullato per un fallo su Di Dio e con un colpo di testa di Pasqualone da buona posizione. Da applausi un numero di Aloisi che salta due difensori del Rivoli e calcia di punta, trovando il rivolese Marcaccini attento sul primo palo.

Poi è tutta tattica. Subentrano Ben Mannai, Capuano, Rammah, Carini e Drago, ma la partita non si libera del pareggio perchè Nisticò blocca gli esterni bassi, confida nelle giocate di Esposito e Favale ma trova le risposte pronte del collega Telesca. Decisivi - soprattutto - tantissimi errori nella fase calda: palloni persi, lanci prevedibili, rinvii fuori dal rettangolo di gioco. Per la gioia di Telesca e Nisticò.

Vincere era importante, perdere poteva voler dire subire una mazzata psicologica. E così, alla fine, questo punto fa bene a tutti...

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium