Tennis - 01 marzo 2019, 10:00

Al Green Park di Rivoli l’Open BNL di prequalificazione agli Internazionali d’Italia verso la settimana decisiva

Il tabellone del torneo di singolare è a dir poco imponente, come testimoniano i nomi delle prime otto teste di serie

Al Green Park di Rivoli l’Open BNL di prequalificazione agli Internazionali d’Italia verso la settimana decisiva

Quando se ne è presentata l’opportunità l’abbiamo colta al volo – spiega Mario Bassi, presidente del Green Park di Rivoli – perchè l’Open maschile di prequalificazione agli Internazionali BNL d’Italia di Roma è una delle rassegne più importanti su scala nazionale che vengano organizzate nel nostro Paese e racchiude il meglio del movimento italiano.

Speriamo che si tratti solo di una “prima” e che possa rappresentare una costante negli anni a venire per il nostro circolo”.

Il tabellone del torneo di singolare è a dir poco imponente, come testimoniano i nomi delle prime otto teste di serie. Nell’ordine il ligure Andrea Basso (2.1), il campano Alessandro Petrone (2.1), il novarese Giovanni Fonio (2.2), il torinese Andrea Vavassori (impegnato fino a ieri nel Challenger francese di Pau), anch’egli classificato 2.2, ed ancora i pari classifica (2.2) Marco Brugnerotto, Davide Pontoglio, Claudio Fortuna, Filippo Leonardi, Antonio Campo, Alessandro Ceppellini. Di gran livello anche la lista dei giocatori 2.3 tra i quali spiccano l’albese figlio d’arte Julian Ocleppo ed il 2.3 Edoardo Lavagno, lo scorso anno vincitore dell’Open che si era disputato sui campi dell’AS Le Pleiadi di Moncalieri.

Nel fine settimana ormai alle porte proseguiranno gli incontri che qualificheranno i migliori all’ultimo step del tabellone. Il direttore del torneo è Magda Villani, il supervisor nonchè componente dello staff tecnico del circolo, il maestro Roberto Russo. Le finali, con la conclusione anche dei tabelloni intermedi di 3.a e 4.a categoria, sono previste domenica prossima 10 marzo. Un’autentica kermesse che ha visto oltre 380 iscritti nel singolare e 61 coppie di doppio. La prima è Ceppellini – Basso, seguita da Leonardi-Fortuna e Vavassori- Ocleppo, nel 2018 a segno in diverse occasioni anche a livello Challenger. Seguono Maccari-Fonio, Petracchini-Beghi, Speziali-Martini, Giannuzzi-Roggero e Tomasetto-Sibona.

Un appuntamento che ribadisce la tradizione a livello organizzativo del circolo rivolese che nel 2016 e nel 2017 aveva già messo in campo due tornei Open (maschili e femminili) con montepremi ciascuno di 10.000 euro. In questo caso il montepremi complessivo è di 13.000 euro, 10.000 per il singolar e 3000 per il doppio. Il vincitore e il finalista del singolare voleranno a Roma per le prequalifiche degli Internazionali. Nel caso del doppio farà la stessa cosa il tandem vincente.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
SU