/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 03 marzo 2019, 08:00

Riparte il campionato, la Fiat Torino fa visita all'Olimpia Milano

In attesa di capire se l'affare con Leonis andrà in porto, Torino sfida i campioni d'Italia

Riparte il campionato, la Fiat Torino fa visita all'Olimpia Milano

Dopo due settimane di sosta riparte il campionato di Serie A. Per Torino subito una sfida in salita: i gialloblù scendono in campo, infatti, stasera alle 19.05 al Forum di Assago, contro i Campioni d'Italia dell'Olimpia Milano.

In attesa degli sviluppi societari attesi per questa settimana, la Fiat deve provare a far seguito, in campo, a quanto di buono fatto prima della pausa: gliuomini di coach Galbiati sono reduci da due vittorie consecutive (contro Reggio e Sassari) che hanno smosso la classifica - e gli umori - permettendo a Torino di abbandonare l'ultimo posto. Sebbene la sfida contro Milano sia proibitiva, una buona prestazione potrebbe mantenere alto l'umore dell'ambiente gialloblù.

“Giocheremo in un palcoscenico affascinante – commenta il coach gialloblù Paolo Galbiati alla vigilia della sfida – all’interno di un bellissimo palazzetto, al pari del nostro, che trasuda però maggior storia. Non avremo bisogno di extramotivazioni perché affrontare Milano le crea già naturalmente. I nostri avversari possono scegliere tanti assetti diversi e presentare grazie al loro parco giocatori anche quintetti inediti".

A Milano, la Fiat si presenta con tutto il roster a disposizione: dopo l'addio di Tony Carr (accasatosi a Cantù) i gialloblù non hanno più la necessita di lasciare un USA in tribuna, con il numero di americani che si è ristabilito a sei. L'Olimpia, oltre all'infortunato Gudaitis, ha perso - proprio in questi giorni - Bertans che ha lasciato Milano per raggiungere gli USA, dove giocherà con i Pelicans. 

"Dovremo andare a giocare la nostra partita, consapevoli della loro forza ma senza pensare alle differenze, mettendoci in testa di poterli contrastare e impensierire. Non sarà semplice perché dopo tre settimane di stop e nonostante dei buoni allenamenti potrebbe mancarci soprattutto all’inizio un po’ di vera competitività. Tatticamente dovremo essere abili a controllare il tempo del match non permettendo loro di correre e trovare punti rapidi in transizione. Inoltre limitare al massimo le palle perse, trovare una buona circolazione di palla e adattarci ai loro quintetti, come detto in precedenza anche di estrazione atipica” Conclude l'allenatore dei torinesi. Palla a due alle 19.05.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium