/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 09 marzo 2019, 08:00

Reale Mutua Torino’81 Irem, capitan Azzi: “Questa squadra può fare ancora meglio”

Questo fine settimana i gialloblu se la dovranno vedere con lo Sturla. Il match è in programma per il 9 marzo, alle ore 18.30 presso la Piscina Monumentale

Capitan Emanuele Azzi

Capitan Emanuele Azzi

Dopo la pausa tra la fine del girone di andata e l’inizio di quello di ritorno si torna in vasca. La Reale Mutua Torino ’81 Iren ha chiuso la prima parte di campionato al secondo posto, a una sola lunghezza di distanza dalle capoliste Ancona e Camogli. Proprio contro la squadra ligure, in trasferta, è arrivata l’unica sconfitta delle prime undici partite, oltre a due pareggi casalinghi. Le prospettive in vista dei match del girone di ritorno sono buone, ma i ragazzi di coach Simone Aversa dovranno continuare a lavorare sodo durante la settimana per arrivare pronti agli appuntamenti del week-end. Questo fine settimana i gialloblu se la dovranno vedere con lo Sturla. Il match è in programma per domani, 9 marzo, alle ore 18.30 presso la Piscina Monumentale.

Queste le parole del capitano giallo-blu Emanuele Azzi in vista dell’inizio del girone di ritorno: “Le prime undici gare di questo campionato di serie A2 ci hanno detto tanto. Tutte le squadre hanno dimostrato di essere sul pezzo e soprattutto di vendere cara la pelle.

È servito un grande impegno dal punto di vista mentale in ogni singola gara giocata, senza distinzione tra casa e trasferta. Il nostro girone è molto combattuto dal momento che ci sono molte squadre di alto livello, con giocatori molto forti che spesso ti permettono di fare il salto di qualità.

Affronteremo, dunque, queste nuove undici sfide forti della terza posizione in classifica a una lunghezza di distanza dalle prime due della classe, ovvero Ancona e Camogli. Viene quasi da sé il paragone con l’ultima stagione disputata in serie A2: in quell’occasione giocammo un girone di ritorno di altissimo livello, infilando un filotto di undici vittorie consecutive.

Noi, però, rimaniamo con il profilo molto basso perché è facile fare paragoni, ma bisogna avere tutti gli strumenti per fare in modo che possano stare in piedi. In questo momento, a mio giudizio, la squadra è forte, ma sicuramente non siamo quel gruppo di giocatori che ha ottenuto quella storica promozione.

La nostra rosa è altamente competitiva, ma non dobbiamo guardare troppo in là. Il nostro obiettivo è giocare una partita dopo l’altra, focalizzandoci sul nostro obiettivo principale che è quello di provare a imporre il nostro gioco contro tutti i nostri avversari.

Quest’anno abbiamo un bel mix di elementi in rosa: dai veterani ai più giovani. Il clima è disteso e tutti remiamo dalla stessa parte per cercare di ottenere il massimo da ognuno di noi. Come ho già detto non siamo ancora al livello della squadra che arrivò a giocarsi i play-off per salire nella massima serie dal momento che in rosa erano presenti tanti giocatori esperti della categoria cadetta, ma con il duro lavoro penso ci siano grandi possibilità per fare bene e continuare a togliersi tante soddisfazioni”.

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium