/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 12 marzo 2019, 13:03

La torinese Alessia Leone medaglia d'oro nel bilaterale Italia-Azerbaijian

La stellina di Eurogymnica Torino Cascella, in attesa di un'altra convocazione in Nazionale che pare prossima, è però già concentrata sulla quarta ed ultima prova di Serie A1 che si terrà questo weekend a Ferrara, dove Alessia e compagne si giocano la permanenza nella massima serie

CologneseAlessia e la sua allenatrice Tiziana Colognese

CologneseAlessia e la sua allenatrice Tiziana Colognese

Alessia Leone ha nuovamente indossato la maglia della nazionale italiana nell’Incontro Internazionale "7° Trofeo Città di Desio", che segna un po' l'inizio della stagione agonistica internazionale della Ginnastica Ritmica.

La competizione ha  visto protagoniste le rappresentative di Italia e Azerbaijan con in pedana le Squadre Senior (le Farfalle di Emanuela Maccarani), le Squadre Junior, le individualiste Senior e con tre Team juniores, uno dei quali composto dalla torinese di Eurogymnica Torino Cascella  Alessia Leone in coppia con  Sofia Raffaeli (Faber Ginnastica Fabriano), per il Team ITA1.

Alessia e Sofia si sono confrontate vittoriosamente non solo con le altre due squadre italiane ma anche con il team azero rappresentato da Narmina Samadova e Arzu Jalilova.

Punteggio finale di squadra 70,150 con il 15,400 di Alessia impegnata alla fune utile a salire sul primo gradino del podio.

Alessia, reduce in settimana dalla premiazione degli atleti torinesi più rappresentativi voluta dalla Sindaca Chiara Appendino e dall'Assessore allo Sport Roberto Finardi, aggiunge dunque un oro al suo palmares internazionale dopo l'argento di Minsk nel torneo Marina Lobach.

La stellina di Eurogymnica Torino Cascella, in attesa di un'altra convocazione in Nazionale che pare prossima, è però già concentrata sulla quarta ed ultima prova di Serie A1 che si terrà questo weekend a Ferrara e dove Alessia e compagne si giocano la permanenza nella massima serie.

Dopo il passo falso di tre settimane fa, causato dalla pessima performance della greca Eleni Kelaiditi che solo sulla carta avrebbe dovuto dare l'apporto decisivo e che invece ha fornito una performance scadente, le EGirls scenderanno in pedana senza straniera, tentando l'impresa solo con le forze e il talento della cantera subalpina.

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium