/ Motori

Motori | 12 marzo 2019, 18:00

Balletti Motorsport sbanca Arezzo

Splendido "uno-due" al Rally Vallate Aretine con Riolo e Floris che portano la Subaru Legacy sul gradino più alto del podio e Salvini con Tagliaferri quarti assoluti e autori di una grande gara con la Porsche 911

Balletti Motorsport sbanca Arezzo

 E' con una doppia, grande soddisfazione che inizia la stagione 2019 per la Balletti Motorsport, la Scuderia di Nizza Monferrato che ha vissuto una giornata ricca d'emozione e di tensione fino all'ultima speciale: quella dalla quale è sortita la conferma della vittora della 9^ edizione dela Rally Vallate Aretine, per la Subaru Legacy 4x4 Gruppo A di Salvatore “Totò” Riolo ed Alessandro Floris. 

Il duo era partito subito col piede giusto vincendo la prima prova e mantenendo il comando fino a metà gara quando un intervento all'intercooler che non funzionava correttamente fin dalla prim prova, ha causato un ritardo al controllo orario e 10" di penalità con la conseguente perdita della leadership.

Mancano ancora quattro speciali quando inizia la rimonta dell'accoppiata siculo-toscana che, vincendo le ultime due riesce nel controsorpasso ed arriva in Piazza Grande ad Arezzo liberando la propria gioia per la sudata, e fortemente voluta vittoria che ha liberato nell'equipaggio e nel team tutta la tensione accumulata trasformandola in grande gioia. Il Campionato inizia nel migliore dei modi e ora la Balletti Motorsport guarda con fiducia al prossimo appuntamento del CIRAS che si correrà a Sanremo tra un mese.

Le soddisfazioni per il team dei fratelli Balletti, raddoppiano poi grazie al risultato di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri con la Porsche 911 RSR del 2° Raggruppamento; l'affiatato duo toscano parte subito con un ritmo elevato e si pone al comando della propria categoria e a stretto contatto con le performanti "J2" contro le quali il divario di prestazioni è diventato impossibile da colmare. Dopo tre prove si trova agevolmente al comando della propria categoria ed in gioco per tentare l'assalto al terzo gradino dell'assoluta, quando nella lunga "La Verna" un inconveniente allo staccabatteria penalizza pesantemente la prestazione con gap di oltre 40" rispetto al primo passaggio. Salvini e Tagliaferri non si scoraggiano e inanellando una serie di ottimi parziali, chiudono al quarto posto assoluto, primi di Raggruppamento e di classe, realizzando una volta di più una prestazione maiuscola grazie anche alle prestazioni della vettura e al perfetto assetto che ha permesso loro di disputare tutta la gara utilizzando solo quattro gomme.

Unica ombra, il ritiro patito dalla seconda Subaru Legacy, quella affidata ad Edoardo Valente e Françoise Revenu che per un problema di pescaggio di benzina si è dovuta fermare nel corso della sesta prova; restano comunque dei buoni riscontri per il gentleman driver che risaliva sulla 4x4 giapponese nove mesi dopo la breve esperienza del Rally 4 Regioni 2018. Lo attendiamo al riscatto già dal prossimo impegno a Sanremo.

J.M.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium