/ Volley

Volley | 16 marzo 2019, 12:00

Numeri record per la pallavolo regionale: il Piemonte punta ai 4000 tesserati

L’8 marzo è stato sfondato il muro dei 3956, il numero di atleti maschi tesserati in tutto lo scorso anno

Numeri record per la pallavolo regionale: il Piemonte punta ai 4000 tesserati

Se l’8 marzo è universalmente riconosciuto come il giorno in cui si celebra la festa della donna, da quest’anno il mondo della pallavolo piemontese avrà un altro motivo per ricordare la data.

8 marzo è universalmente riconosciuto come il giorno in cui si celebra la festa della donna, da quest’anno il mondo della pallavolo piemontese avrà un altro motivo per ricordare la data.

In quella giornata, infatti, è stato sfondato dal movimento maschile piemontese il muro dei 3956 tesserati: una cifra non a caso, bensì il numero di atleti maschi tesserati in tutto lo scorso anno.

Con ancora quattro mesi di attività da portare a termine, e l’esperienza degli anni passati ad aiutare l’ottimismo su una possibile ulteriore crescita entro giugno, si può tranquillamente affermare che la stagione 2018/2019, grazie al Mondiale maschile di Torino, è quella della crescita.

Con quattro mesi di anticipo rispetto alla fine della stagione siamo già arrivati a 3959 tesserati – commenta entusiasta il Presidente del Comitato Regionale Piemonte, Ezio Ferro -. Un bel +3 che ci fa ben sperare per il prosieguo della stagione ma anche per le annate future”.

Dati che coinvolgono tutte le province e i relativi Comitati Territoriali, trainato dalla crescita registrata a Torino: “Colpiscono i numeri della provincia torinese – prosegue Ferro -, dove abbiamo registrato un +132 tesserati rispetto ai 1953 dello scorso anno, con un aumento del 6,7%: indubbiamente la presenza delle Finali del Campionato del Mondo Maschile ha inciso”.

I Grandi Eventi come veicolo promozionale e pubblicitario per uno sport splendido, divertente, sano da seguire ma anche da praticare, e che in Piemonte sta crescendo a ritmi vertiginosi: “Sono sicuro che aumenteranno ancora, magari di poco, ma nelle nostre previsioni puntiamo ad un +10% che, dopo 5 anni di cali, per quanto leggeri, è una bella boccata d’ossigeno e un rinvigorente in chiave futura. Puntiamo ad abbattere il muro dei 4000 tesserati”.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium