/ Toro

Toro | 18 marzo 2019, 10:27

Torino e il Toro visti da chi tifa Bologna

Luca Nigro di bolognanews.net: “La rivincita di Mihajlovic. Rossoblu adesso più vicini alla salvezza di quanto i granata lo siano all’Europa”

Torino e il Toro visti da chi tifa Bologna

Se prima della gara il Torino era molto più vicino all’Europa di quanto il Bologna lo fosse alla salvezza, il successo rossoblu di sabato sera ha ribaltato la situazione: “E’ stata la vittoria di Mihajlovic”, sottolinea Luca Nigro di bolognanews.net, inviato all’Olimpico anche per l’emittente telesanterno. “Lui sentiva moltissimo questa partita, perché a Torino era stato bene ma poi si era lasciato male con Cairo”.

La rivincita consumata contro il suo passato ha avuto il marchio di fabbrica di Palacio, giocatore dalla classe cristallina che a 37 anni continua a dispensare calcio di qualità: “Quando sta bene, è un giocatore capace di fare ancora la differenza, che dimostra dieci anni di meno rispetto alla carta d’identità”. Insieme a lui bene anche il fischiatissimo ex Soriano, ma un po’ tutto il Bologna: “Sinisa l’ha preparata benissimo, sentiva molto questa partita e la squadra ha seguito i dettami del suo allenatore, non sbandando dopo il gol iniziale e non perdendo la testa neppure nel finale, dopo il 3-2 di Izzo. Per il Bologna era fondamentale dare continuità dopo la vittoria sul Cagliari e fare punti per non perdere il treno di chi sta davanti”.

La sconfitta casalinga ha invece frenato la rincorsa del Toro verso l’Europa, anche se Luca Nigro ha detto che nulla è perduto: “Mazzarri è un allenatore sottovalutato. Ha sempre fatto bene in carriera dovunque è stato, ad eccezione del Watford. I granata non saranno spettacolari ma sono concreti, è una dote fondamentale per chi insegue un traguardo. E poi ha giocatori importanti come Belotti e Baselli, senza dimenticare Zaza”.

Per Luca Nigro, che da anni gira l’Italia come inviato, quella di Torino è sempre una trasferta dal sapore speciale: “Qui si sente il calore del tifo come da poche altre parti”. Un tifo che, malgrado la sconfitta, sabato non ha mai smesso di incitare la squadra, riservandole comunque applausi alla fine.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium