/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 19 marzo 2019, 13:00

Condove, film sulla salita senza corda di Alex Honnold dei 1000 metri di El Capitan

Alle 21 di giovedì 21 marzo. La pellicola che si è aggiudicata l’Oscar e il BAFTA 2019 come miglior documentario

Condove, film sulla salita senza corda di Alex Honnold dei 1000 metri di El Capitan

Nel mese di marzo sono in programma nuovi appuntamenti del Valsusa Fuorifestival, rassegna che propone eventi di avvicinamento alla XXIII edizione del Valsusa Filmfest.

Giovedì 21 marzo, al cinema di Condove alle ore 21, è in programma la proiezione di FREE SOLO, film sulla salita senza corda di Alex Honnold della via Freerider sui 1000 metri di El Capitan che si è aggiudicato l’Oscar e il premio al 72^ BAFTA (British Academy Film Awards, 2019) come miglior documentario e che sta avendo un grande successo nelle sale cinematografiche.
L’evento è organizzato dall’associazione Valsusa Filmfest e dal Comune di Condove, in collaborazione con Itaca srl e Banff Mountain Film Festival World Tour.
L’ingresso è di 14 euro ed è possibile prenotare scrivendo a segreteria@valsusafilmfest.it

Alex Honnold, il climber americano che non ha bisogno di presentazioni, ha effettuato l’ascensione sabato 3 giugno 2017, iniziando a salire alle 5:32 del mattino e raggiungendo la vetta in sole 3 ore e 56 minuti, compiendo senza dubbio la più grande impresa nella storia dell'arrampicata su roccia scalando in meno di 4 ore, senza corde e senza attrezzatura di sicurezza (da cui il titolo Free Solo, l'arrampicata solitaria senza assicurazione) la parete impossibile de El Capitan, monolite granitico dello Yosemite Park.

Il film, realizzato da National Geographic Documentary Films, presentato e distribuito in Italia da Itaca Srl / The Outdoor Community con la collaborazione di LA SPORTIVA, vede la regia di Elizabeth Chai Vasarhelyi e di Jimmy Chin, fotografo, regista e alpinista di fama internazionale

Jimmy Chin è un grane amico di Honnold con il quale ha condiviso diverse arrampicate negli ultimi 10 anni. Il loro primo lavoro in squadra fu l'esplorazione di Low's Gully, uno fra i canyon più profondi di tutto in mondo, proprio nel 2009. Chin, che già prima di conoscere Honnold aveva portato a termine imprese degne di nota - come la scalata dell'Everest - da quel momento ha seguito con assiduità le scalate di Honnold, filmando alcuni fra i "free solo" più celebri portati a termine da Alex.

Il film racconta l’eccezionale scalata ma anche come si realizza un documentario in condizioni difficilissime. Oltre ad avere operatori che siano anche esperti scalatori e che sappiano avere un grande autocontrollo per non rischiare di cadere e di morire. Mentre Alex avanzava era assolutamente vietato parlargli e fare rumori per evitare di interrompere la sua concentrazione. Riprese e registrazioni audio difficilissime con Alex che si trovava spesso distante dai film-maker. La preparazione di Chin insieme alla moglie Elizabeth è durata più di un anno.

Il documentario narra anche l'uomo Alex Honnold e la sua storia d'amore con Cassandra "Sanni" McCandless, che ha deciso di seguirlo nella sua vita girovaga in van tra le montagne.

Il Valsusa Fuorifestival propone altri due appuntamenti nel mese di marzo, giovedì 28 la proiezione del film "Resina" di Renzo Carbonera al Cinema di Condove alle ore 21 (ingresso a offerta libera) e sabato 30 "In cima, insieme", evento con Nives Meroi e Romano Benet al Centro Sociale Comunale di Villar Dora (ingresso a offerta libera a partire da 5 euro).

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium