/ Toro

Che tempo fa

Cerca nel web

Toro | 19 marzo 2019, 12:03

Il Circolo Soci si occuperà di mantenere pulite le lapidi del Grande Torino

Firmato il patto di collaborazione con il Comune. Possibile che il 4 maggio sia il Duomo e non la Basilica di Superga ad ospitare la messa commemorativa del 70esimo anniversario della tragedia di Superga

Il Circolo Soci si occuperà di mantenere pulite le lapidi del Grande Torino

Cominciano a battere forte i cuori granata, perché si avvicina il 4 maggio, che quest'anno segnerà il 70esimo anniversario della tragedia di Superga.

La consueta cerimonia per commemorare il Grande Torino probabilmente non avrà luogo a Superga. I lavori di restauro delle decorazioni interne della basilica iniziati lo scorso ottobre, stanno andando avanti più a lungo del previsto e termineranno solo a giugno. Per questo, come era successo peraltro nel 1999, in occasione dei 50 anni della sciagura, sarà il Duomo ad ospitare la cerimonia.

Manca l'ufficialità, ma lo staff del presidente Cairo si sta attivando per avere la disponibilità della cattedrale di San Giovanni Battista. A quel punto, i giocatori del Toro saliranno sul Colle nel pomeriggio solo per leggere i nomi delle vittime sulla lapide, compito che anche quest'anno toccherà al capitano granata Andrea Belotti.

Intanto, è stato firmato il Patto di collaborazione tra il Comue e il Circolo Soci Torino FC 1906 per la pulizia, la manutenzione e la cura delle lapidi commemorative dedicate al Grande Torino presenti all’interno il Cimitero Monumentale e della lapide celebrativa presso la Basilica di Superga. Spesso, infatti, i tifosi granata lamentavano il non perfetto stato manutentivo delle lapidi, ed erano desiderosi di dare una mano e prendersi cura e dare maggiore significato alle sepolture del Grande Torino.

In risposta a queste istanze AFC, su indicazione della città, già nel 2017 aveva eseguito alcuni lavori straordinari di miglioria dell'area. Mancando però la figura di una "famiglia" di riferimento, che normalmente ha titolo per la presa in cura della sepoltura, le normali attività di manutenzione non potevano essere più di quelle che si prodigano per il resto delle aree comuni. Si è cercato di individuare un soggetto che se ne prendesse cure in forma continuativa facendo quindi da "garante" di un percorso con i tifosi e appassionati.

Le azioni e i principali interventi previsti dal Patto riguardano la pulizia delle lapidi commemorative presenti sotto l’arcata 146 ampliazione 5 Area Storica e le sepolture nel sotterraneo e loro manutenzione in uno stato decoroso, attraverso attività di spolvero ed eventuale ritinteggiatura, oltre il ripristino dello stemma caduto. E’ inoltre prevista la manutenzione del monumento al Grande Torino, realizzato dall’architetto Luciano Cappellari, situato nell’ampliazione 8 campi 6/7 edicole e il ripristino del prato sintetico.

Per quanto riguarda la lapide in ricordo delle vittime della tragedia del 4 maggio 1949, posta presso la Basilica di Superga, verrà ripulita e garantito il decoro. Un omaggio doveroso alla memoria degli Invincibili.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium