/ Sport invernali

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport invernali | 28 marzo 2019, 17:02

Sci: titolo italiano al fotofinish per il Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino (Foto)

La compagine sabauda si cuce sul petto il tricolore superando ancora una volta sul filo di lana il GS Milano, così come accaduto in tre delle ultime quattro edizioni della manifestazione

Sci: titolo italiano al fotofinish per il Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino (Foto)

Lo sci, si sa, è una disciplina sportiva imperniata sulla velocità, sulla lotta contro il tempo, sulla pulizia delle traiettorie e sulla precisione nei movimenti. Non deve dunque stupire che, spesso, le competizioni vengano decise da discrepanze cronometriche sostanzialmente invisibili all’occhio umano, ma assolutamente percettibili da quello elettronico della tecnologia moderna.

Uno scenario che si è ripetuto con straordinaria assiduità nelle ultime quattro edizioni dei campionati italiani ASPMI di sci, dal 2015 al 2019 (nel 2017 non si gareggiò): infatti, dodici mesi fa il GS Milano ebbe la meglio sul Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino in extremis, mentre nel biennio 2015-2016 e nell’edizione appena andata in archivio sono stati i vigili del capoluogo sabaudo a superare al fotofinish i colleghi meneghini, laureandosi campioni d’Italia.

Si è dunque aperta con uno scudetto la stagione della compagine gialloblù, conseguito sui candidi pendii di Champoluc, in Valle d’Aosta, dove, alle spalle di Torino e Milano, ha agguantato la medaglia di bronzo il GS Carrara.

Tutte le gare in calendario si sono disputate regolarmente; nello slalom gigante il portacolori del team piemontese Alessandro Spampinato ha vinto per la prima volta nella sua carriera il titolo assoluto, precedendo di appena 8 centesimi il secondo classificato, mentre nello slalom speciale ancora Spampinato ha regalato un argento prezioso in ottica tricolore al GSPM Torino, che ha potuto contare anche sui punti ottenuti da Roberto Calcagno (quinto e quarto posto per lui nei due slalom), Massimo Martignoni (undicesimo e ottavo) e Guido Novarese (due volte nono) e sui buoni risultati fatti registrare da Graziella Telatin, Alberto Bellachioma, Pierandrea Delfino e Roberto Fantozzi.

A margine dell’esperienza in landa valdostana, il responsabile della squadra di sci del Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino, Roberto Calcagno, ha inteso rivolgere le proprie congratulazioni “a tutti i partecipanti, che hanno affrontato con grande impegno e  sportività  la competizione organizzata, malgrado la carenza di neve, dal delegato nazionale ASPMI Agostino Lexert”.

Le piste del comprensorio Monterosa Ski, località Frachey - ha proseguito -, sono state preparate molto bene e si sono dimostrate all’altezza dell’evento, al quale hanno partecipato circa 50 atleti appartenenti a diversi gruppi sportivi. Purtroppo, sempre a causa di un inverno troppo lontano dai suoi standard abituali, per la prima volta nella storia della kermesse non è stato possibile disputare le gare di sci nordico”.

Infine, Calcagno ha esteso un ringraziamento particolare “al presidente, Massimo Re, a Maurizio Gorlato, preciso collaboratore per quanto riguarda l’area organizzativa, e ad Alessandro Nidi, per la competenza e la passione con cui lavora per il nostro ufficio stampa”.

G.R.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium