/ Ciclismo

Ciclismo | 05 aprile 2019, 15:01

Bellato si ripete e Pacchiardo vince al fotofinish Foto)

Nel 5° Trofeo Città di Santena fughe decisive con grandi protagonisti

In un numero apprezzabile di corridori – sempre meno di quanto sarebbe stato logico attendersi vista la varietà del collaudato “circuito dei Gianin” -, ci si ritrovava a Santena per disputare la quarta prova del Campionato Provinciale Torino 2019.

Due, come di consueto, le partenze per fasce di età e, come spesso avviene, simili gli andamenti delle due corse, segno questo che la durezza del percorso incida in egual modo sulle prestazioni dei corridori giovani od anziani che siano.

Nello specifico della prima partenza si assisteva fin dall’avvio di corsa ai rituali scatti di chi provava immediatamente a saggiare la prestanza degli avversari, ma senza che queste azioni, prontamente rintuzzate, producessero risultati.

Sul finire della prima tornata del “circuito dei Gianin” si avvantaggiavano sul gruppo, con un’azione che si sarebbe dimostrata decisiva per le sorti della corsa, Pacchiardo (Ciadit Cicli Sumin), Menini (ASD GS Varzi), Natali (ASD Sanetti Sport VVF Piemonte), Vallante (ASD B&B Cycling), Berta (Team LNC Jolly Wear).

Tra il quintetto si stabiliva immediatamente una fattiva collaborazione che determinava il protrarsi della fuga fino alle fasi conclusive della corsa.

Nel gruppo, mentre i fuggitivi procedevano convinti, si susseguivano scaramucce di breve respiro, ad opera di coloro che tentavano di riportarsi sui fuggitivi, ma la marcia dei cinque procedeva indisturbata fino all’epilogo finale che vedeva prevalere il veloce Pacchiardo, in una combattuta ed incerta volata, su Menini, Natali, Vallante e Berta. In cinque nello spazio trasversale di una bici.

A seguire compariva un duo che si era avvantaggiato sul restante gruppo nelle ultime fasi della corsa, composto da Davi (Team Bike Pancalieri) e Greppi (ASD B&B Cycling).

La corsa, all’ultima tornata del circuito, era stata purtroppo funestata da una caduta nella quale erano stati coinvolti parecchi corridori, fortunatamente senza grosse conseguenze.

Come dicevamo sopra, analogo l’andamento nella seconda partenza: si partiva subito forte, tirati da Ercole (Vigor Cycling Team) che metteva in fila il gruppo. Esaurita l’azione dell’alfiere della “Vigor Cycling Team”, si susseguivano una serie di scatti che proiettavano in avanti il pervicace Rosazza (ASD Sanetti Sport VVF Piemonte) seguito da Ragazzini (ASD Asnaghi Cucine).

Il duo, alla cui testa si poneva per lo più il forte corridore valdostano della “Sanetti Sport”, veniva ripreso dopo qualche chilometro in avanscoperta.

Una volta avvenuto il ricongiungimento con un nutrito gruppetto di corridori che si era messo all’inseguimento dei due, che aveva a sua volta staccato il grosso del gruppo, assistevamo ad una serie di allunghi che selezionavano un drappello di sei atleti composto da Bellato (ASD Asnaghi Cucine), Dall’Osto (Polisportiva Pessionese), Buttaglieri (GC Quinto al Mare), Bosticco (Ciclo Polonghera), Pisani (ASD B&B Cycling) ed il sopra ricordato Rosazza.

Nelle immediate retrovie si portavano all’inseguimento del sestetto in quattro più uno: Grappeja (Team Bike Pancalieri), Bravo (ASD GS Varzi), Olivero (Team Santysiak), Andreose (Cycling for All) e Ragazzini, che si poneva in scia al quartetto, cioè senza collaborare al tentativo di rientrare sui sei avanguardisti, avendo fra questi un proprio compagno di squadra.

Tentativo che non andava a buon fine, rimanendo stabilmente intorno al minuto, il vantaggio dei fuggitivi sugli immediati inseguitori.

La volata per la prima piazza era quindi appannaggio del veloce e tenace Bellato – due anni di fila che vince la prova di Santena -, che si affermava su Dell’Osto e Buttaglieri.

A seguire gli altri del gruppetto di testa, nell’ordine, Bosticco, Pisani, Rosazza, provati dalla lunga fuga.

Al centro del gruppo concludeva vittoriosamente la propria prova l’unica presenza gentile di giornata, Stefania Sensi (Progetto Ciclismo Santena).

D,R.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium