/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 07 aprile 2019, 08:02

Superlativa prestazione della Reale Mutua Torino ’81 Iren contro il Crocera Stadium

In un giorno triste per la pallanuoto italiana per via della morte del direttore sportivo dell’AN Brescia Piero Borelli

Superlativa prestazione della Reale Mutua Torino ’81 Iren contro il Crocera Stadium

Una prestazione ancora una volta perfetta ha permesso ad Azzi e compagni di tornare a casa con tre punti in più in classifica.

La Reale Mutua Torino ’81 Iren, in un giorno triste per la pallanuoto italiana a causa della morte del direttore sportivo dell’AN Brescia Piero Borelli, esce con una vittoria convincente per 5-15 ai danni del Crocera Stadium.

Un match giocato alla perfezione dai ragazzi di coach Simone Aversa regala un’altra gioia alla società torinese. Un avvio da urlo e una difesa arcigna hanno permesso ai giallo-blu di gestire l’ampio vantaggio accumulato dopo la fine della prima metà di gara (2-12). Questo successo è di tutto il collettivo, un successo di squadra ottenuto con una grande determinazione, quella determinazione che ha permesso alla Torino ’81 di riprendere la vetta della classifica dopo essere stata scavalcata per qualche ora dai liguri del Camogli, vittoriosi in quel di Civitavecchia.

La gara è stata approcciata nel migliore modo possibile con sei reti nei primi otto minuti: due a testa per Brancatello e Vuksanovic e due di Loiacono e Maffè (0-6). Match che è stato virtualmente chiuso, poi, nella frazione successiva con altre sei reti a firma di Audiberti, Oggero, Capobianco, Vuksanovic, Brancatello e ancora Oggero, intervallati da una marcatura di Pedrini e una di Manzone, per il momentaneo 2-12.

Gli altri due parziali diventano, dunque, una pura formalità e terminano entrambi in parità: nel primo, che finisce 1-1, si vede andare a segno anche il capitano, Emanuele Azzi, e nel secondo, che si chiude invece sul 2-2, una delle due reti è siglata da Gattarossa.

Nove giocatori che entrano nel tabellino dei marcatori in un unico match non sono pochi e sono un altro segnale importante, soprattutto per coach Aversa che al termine del match ha espresso tutto il suo entusiasmo per questa vittoria.

“Abbiamo giocato una partita di alto livello, in tutti i fondamentali. L’approccio al match è stato perfetto e le dodici reti segnate nei primi due tempi ci hanno dato una grossa mano nella gestione dei restanti due parziali, ma bisogna sottolineare anche la grande prestazione in fase difensiva di tutta la squadra. Difendere bene è il primo step per arrivare, poi, a concludere con esito positivo un’azione. I ragazzi hanno svolto entrambe le fasi con grande spirito di sacrificio, aiutandosi molto tra di loro. Vincere non era assolutamente scontato alla vigilia, di conseguenza sono ancora più soddisfatto per l’approccio che hanno avuto. Siamo riusciti a colpire a freddo i nostri avversari, ma soprattutto siamo stati attenti nel concedere il minimo sindacale in attacco. Le partite si vincono soprattutto difendendo bene. Devo fare i complimenti ai miei ragazzi perché anche oggi si è vista la forza di un collettivo che in settimana si allena duramente e con il passare delle gare sta trovando sempre più la giusta sinergia.”

CROCERA STADIUM - REALE MUTUA TORINO ’81 IREN 5-15 (0-6, 2-6, 1-1, 2-2)

CROCERA STADIUM: Graffigna, Pedrini 1, Giordano 1, Ieno, Congiu, Figini, Ferrari, Tamburini, L. Fulcheris, Dellepiane, Bavassano, Manzone 3, A. Fulcheris. Coach: Campanini

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Ermondi, Cialdella, Azzi 1, Maffè 1, Oggero 2, Brancatello 4, Vuksanovic 3, Capobianco 1, Loiacono 1, Audiberti 1, Gattarossa 1, Costantini. Coach: Aversa.

ARBITRI: Nicolai - Colombo

NOTE: Prima dell’inizio della partita è stato osservato un minuto di silenzio in memoria del direttore sportivo dell’AN Brescia Piero Borelli.

Superiorità numeriche: Crocera 1/8 + un rigore, Torino ’81 3/8.

Usciti per limite di falli: Bavassano (Crocera) e Cialdella (Torino ’81) nel quarto tempo.

 

Spettatori 100 circa.

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium