/ Arti marziali

Che tempo fa

Cerca nel web

Arti marziali | 12 aprile 2019, 07:00

Terapie negli sport da combattimento: al JMedical presentata la Fight Clinic

Torino diventa punto di riferimento per i fighters: tecnologie e medici specialisti a disposizione degli atleti

Terapie negli sport da combattimento: al JMedical presentata la Fight Clinic

Quando lo scopo dello sport è il combattimento, l’infortunio è la normalità. I kickboxers, in particolare, sono esposti a una media di 2,5 ferite all’ora – circa 40 ogni 1000 minuti – con un tasso più che doppio rispetto ad altre discipline come Judo, Taekwondo o Boxe. 

Per affrontare al meglio l’alta esposizione al trauma di questi atleti è stata presentata questa mattina al JMedical la Fight Clinic, una particolare unità medica in grado di offrire un percorso di cura personalizzato e tempestivo per i fighters.

Ideata dal dott. Loris Pegoli, chirurgo del polso e della mano, la Fight Clinic ha lo scopo di seguire gli atleti in tempo reale durante gli incontri, attraverso una speciale struttura modulare mobile che consente l’assistenza immediata in caso di infortunio.

Adesso, grazie alla collaborazione con il JMedical, al primo intervento a “bordo ring” potrà essere affiancato anche un percorso di cura più approfondito e completo. Professionisti e tecnologie del centro medico che sorge sotto l’Allianz Stadium della Juventus saranno infatti a disposizione degli atleti delle differenti discipline da combattimento con programmi di prevenzione e riabilitazione personalizzati.

Sotto la Mole per testare le potenzialità della Fight Clinic sono arrivati oggi l’armeno naturalizzato italiano Giorgio Petrosyan, leggenda della kickboxing, 7 volte campione del mondo e considerato il più forte atleta esistente in tutte le categorie di peso, e il suo team Petrosyan, composto da alcuni dei principali fuoriclasse della disciplina a livello internazionale.

“La kickboxing è una delle attività sportive che maggiormente espone chi la pratica a traumi di elevata gravità, soprattutto alla testa e alla mano, le parti più vulnerabili – ha spiegato il dottor Loris Pegoli –. Il nostro obiettivo è quello di essere un punto di riferimento per tutti i professionisti, attivi sia in Italia che all’estero, e grazie alla collaborazione con il JMedical potremo essere ancora più presenti e offrire un servizio efficace e utile”.

“Essere qui questa mattina per noi è un onore – sostiene Giorgio Petrosyan – sono molti anni che il Dottor Pegoli supporta con professionalità e precisione me e il team Petrosyan. Fight Clinic è un progetto molto importante per i fighter, perché possano combattere in sicurezza”. 

Il JMedical è uno dei centri medici più all’avanguardia in Italia, nato con l’idea di rendere accessibile a tutti il know how sanitario a disposizione di una delle più importanti società sportive italiane: la Juventus. L’obiettivo è mettere al servizio di ogni paziente lo stesso team di professionisti di altissimo livello, le stesse apparecchiature diagnostiche e riabilitative di ultima generazione e le stesse attenzioni riservate agli atleti professionisti. 

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium