/ Volley

Volley | 18 aprile 2019, 08:57

“Pasqua sotto rete” fa 12 con tanto di record di presenze

Al via oggi il tradizionale appuntamento dedicato alla pallavolo giovanile organizzato dal Volley Parella Torino. Più di 1000 gli atleti iscritti per una due giorni di sport, divertimento e condivisione

“Pasqua sotto rete” fa 12 con tanto di record di presenze

Due giorni, 91 formazioni e più di 1000 atleti iscritti con altrettanti accompagnatori: sono questi, in breve, i numeri della 12° edizione di “Pasqua sotto rete”, l'annuale appuntamento con la pallavolo giovanile organizzato dal Volley Parella Torino. Il torneo, al via oggi, ospiterà squadre provenienti da tre nazioni (Italia, Germania e Svizzera) e tre regioni diverse (Piemonte, Liguria e Lombardia) per un totale di sei categorie (Under 12, 13, 14, e 16 Femminile, Under 13 e 16 Maschile).

Una delle principali novità di quest'anno riguarderà gli impianti utilizzati, che per la prima volta coinvolgeranno anche la prima cintura torinese: “Giocheremo – annuncia il responsabile del torneo Attilio Giorda – su 17 impianti (21 campi in totale, ndr) diversi tra cui Moncalieri e Venaria, tutto questo grazie alla sinergia con le altre società e ad una piccola ma grande macchina organizzativa che si è occupata di tutto, logistica compresa; possiamo dire di aver raggiunto il massimo livello di espansione possibile”.

A raccontare, invece, l'anima del torneo è il presidente del Volley Parella Gianluca Facchini: “Il livello di gioco - dichiara – è molto alto ma la partecipazione è sempre più alta soprattutto grazie al contesto e alla grande atmosfera che si crea in questi due giorni. La visibilità è importante ma, da sola, non basta: la soddisfazione maggiore ce la danno gli occhi e i sorrisi delle ragazze e dei ragazzi in campo”.

L'occasione è giusta anche per una riflessione generale sullo sport: “È molto difficile - prosegue Facchini – fare attività agonistica perché scarseggiano i campi omologati per le competizioni ufficiali della federazione. Il problema dell'impiantistica è legato anche al mancato riconoscimento, in termini di risorse, da parte delle istituzioni: un torneo in grado di portare a Torino 2mila persone rappresenta un valore aggiunto per il turismo sportivo e andrebbe sostenuto di più”.

Durante “Pasqua sotto rete” sarà presente un banchetto di Casa UGI e verrà assegnato, per il quarto anno consecutivo, il premio fair play dedicato ad Alessia Berruti, atleta scomparsa quattro anni fa proprio nel corso del torneo. Le finali si disputeranno venerdì 19 aprile, a partire dalle 12.30, presso la palestra “Vigone” di Via Vigone 70 a Torino.

Marco Berton

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium