/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 19 aprile 2019, 15:00

A Barge, sabato 27 aprile, “I resistenti: sentieri della liberazione”

Lo sport veicolo di storia

A Barge, sabato 27 aprile, “I resistenti: sentieri della liberazione”

Fortemente voluta dalla Amministrazione comunale di Barge (Cn) con il supporto della Pro Loco e di un apposito Comitato si terrà, sabato 27 aprile con partenza alle ore 15 dalla piazza Don Agnese (Cicli Reynaudo), una manifestazione sportiva di corsa/camminata. La lunghezza del percorso di circa 4,5 km ed un inevitabile dislivello di 300 metri, il tutto prevalentemente sui sentieri che approcciano i pendii del Montebracco.

Fin qui i dati “tecnici” di una manifestazione che, però, vuole andare ben oltre il semplice fatto sportivo: la nascita de “I Resistenti” intende ricordare e/o proporre alla conoscenza delle nuove generazioni quanto avvenne a Barge appena dopo l’8 settembre 1943. In quei giorni presero vita, soprattutto in alta Italia, le prime formazioni partigiane e, per quanto riguarda questa fetta del Piemonte la cosa avvenne proprio a Barge. Il punto di ritrovo fu il “CIABOT”, un casolare, ovviamente nascosto, alle pendici del Montebracco. Lì si radunarono civili e militari per organizzare le prime formazioni partigiane che poi operarono nella nostra realtà.

E proprio il “Ciabot” rappresenterà il giro di boa del percorso proposto. Per questo motivo la manifestazione sportiva è aperta agli atleti, agonisti e non, ai camminatori ma anche (direi soprattutto visti gli scopi) ai cittadini con in testa le scuole locali. Fare conoscere le piccole/grandi storie locali rappresenta un ammirevole obiettivo dello sport. Certo, ci sarà anche un simpatico oggetto ricordo e magari qualche premio per i “più veloci” ma il ricordo più importante sarà avere riportato alla memoria una pagina importante di libertà.

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium