/ Toro

Toro | 24 aprile 2019, 15:32

Torino omaggia Bruno Neri: il 27 aprile l’intitolazione del toret al calciatore partigiano [VIDEO]

Bruno Neri, esempio di sport e libertà, verrà ricordato con un’iniziativa che prevede l’intitolazione del toret nel piazzale San Gabriele di Gorizia e uno spettacolo teatrale

Torino omaggia Bruno Neri: il 27 aprile l’intitolazione del toret al calciatore partigiano [VIDEO]

Torino ricorda Bruno Neri, calciatore partigiano e simbolo dell’opposizione al regime fascista. Si celebreranno sabato 27 aprile le gesta del calciatore granata e della nazionale, ucciso dai nazisti nel 1944: a omaggiare la sua figura, la Città di Torino che dopo un percorso piuttosto travagliato intitolerà a Neri un toret nel piazzale San Gabriele di Gorizia, a due passi dallo stadio Filadelfia.

Il programma della giornata dedicata al calciatore partigiano è ricco e prevede il ritrovo presso lo stadio Filadelfia alle ore 15:00, una passeggiata verso il piazzale e la posa della targa sul toret dedicato a Neri. Terminata la prima fase di celebrazione, intorno alle ore 17:00 è previsto lo spettacolo “Bruno Neri, calciatore partigiano”, realizzato dalla compagnia teatrale Faber Teater presso il Teatro Ragazzi di corso Galileo Ferraris. L’iniziativa è organizzata dalle  Circoscrizioni 2 e 8 in collaborazione con la sezione provinciale di Anpi: durante la commemorazione inoltre è garantita la presenza del Comune di Faenza, del presidente del Consiglio regionale Nino Boeti, dell’assessore allo Sport del Comune di Torino Roberto Finardi e di varie associazioni e club legati al mondo del Toro.

L’intitolazione del toret a Bruno Neri è l’atto finale di un percorso iniziato mesi fa, quando il consigliere della Circoscrizione 8 Augusto Montaruli propose di dipingere il toret di granata. Un percorso travagliato e non privo di momenti di tensione, tanto che a seguito della proposta di Montaruli alcuni estremisti di destra imbrattarono il toret con vernice e volantini inneggianti al Duce. Tutto questo però fa parte del passato: a partire da sabato, Torino avrà un luogo dedicato al calciatore partigiano, quel Bruno Neri esempio non solo di sport ma di libertà che la Città ha deciso di omaggiare nel periodo legato all’anniversario della Liberazione. Una data non casuale, scelta appositamente per una commemorazione che si pone come obiettivo quello di tramandare alle generazioni più giovani i valori portati avanti dal calciatore granata e antifascista. 

Andrea Parisotto

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium