/ Juve

Juve | 03 maggio 2019, 09:00

Juventus, sfida al Toro con il rebus Allegri. Il tecnico: "Andrà tutto per il verso giusto"

Alle 20.30 la stracittadina torinese, in casa bianconera si continua a parlare del futuro dell'allenatore livornese che ribadisce: "Tutti gli anni è sempre la stessa cosa, Allegri va via, poi sono cinque stagioni che sono qui".

Chiellini contro Belotti, duello tra i capitani di Juve e Toro

Chiellini contro Belotti, duello tra i capitani di Juve e Toro

Il presente dice derby con il Torino, un appuntamento da onorare se non altro per questioni di blasone, ma la sensazione è che il pensiero sia sempre più proiettato a quella che sarà la prossima stagione. In casa Juventus ci si appresta a sfidare i cugini granata (match in programma questa sera alle ore 20.30 all'Allianz Stadium, arbitro Daniele Orsato della sezione di Schio) e a guidare la squadra dalla panchina ci sarà come al solito Massimiliano Allegri; sul futuro in bianconero dell'allenatore campione d'Italia, però, aleggia ancora più di un'incertezza:

"Non c’è nessuna novità - le parole del tecnico livornese, tuttora in attesa di un incontro con la società per delineare gli scenari futuri - c'è da vedersi per programmare, parlare dell'annata che è stata, delle cose che sono andate, di quelle che non sono andate e di quello che sarà l'annata prossima. Quando il presidente mi chiamerà avremo un incontro, non c'è nessun problema. Il grosso vantaggio rispetto agli altri anni è che partiamo con un mese di anticipo e non c’è grandissima fretta. Vedrete che andrà tutto per il verso giusto e anche l'anno prossimo la Juve sarà competitiva su tutti i fronti".

"Se decido di ripartire per il sesto anno è perché credo fortemente in questa squadra, nel progetto tecnico e so cosa serve per migliorare - ha inoltre aggiunto Allegri - lo dirò anche al presidente quando esporrò le mie idee e lui farà altrettanto. Sulle voci che circolano sbagliate voi, ma siete giornalisti e scrivete quello che sentite. Tanto tutti gli anni è sempre la stessa cosa, Allegri va via, poi sono cinque stagioni che sono qui".

Sempre a proposito del futuro, l'attuale mister juventino ha parlato di un sicuro nuovo innesto (Ramsey) e di una possibile collocazione di Emre Can in difesa:

"Ramsey è un giocatore importante, un ottimo acquisto: sa inserirsi e ha diversi gol nei piedi. Emre Can in difesa? Aveva iniziato anche a San Siro, ma un conto è giocare una partita come quella con l’Atletico Madrid e un altro giocare stabilmente dietro. Al momento credo che lui sia un centrocampista che, in determinate situazioni, può giocare in difesa".

In conclusione, una riflessione sugli avversari di giornata e sulla formazione che potrebbe scendere in campo:

"Non sono lassù per caso, hanno grandissima fisicità e solidità - le parole dell'allenatore sul Toro - complimenti a Mazzarri che sta facendo un grande lavoro. Per quanto ci riguarda, la squadra si è allenata bene e con una serenità diversa. Rugani non è convocato per un’infiammazione tra adduttore e pube, ma torna Caceres e anche Barzagli sta meglio. Giocheremo con la difesa a 4 con Bonucci e Chiellini, in avanti valuterò se partire con Kean oppure tenermi un cambio. Cercheremo di aiutare Ronaldo a vincere la classifica marcatori".

Tra gli assenti nelle fila della Vecchia Signora da segnalare anche la presenza di Bentancur, vittima di alcuni problemi muscolari.

 

PROBABILI FORMAZIONI

JUVENTUS (4-3-3): Szczęsny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Emre Can, Pjanic, Matuidi; Cancelo, Ronaldo, Bernardeschi.

ALLENATORE: Massimiliano Allegri.

 

TORINO (3-5-1-1): Sirigu; Izzo, N'Koulou, De Silvestri; Aina, Baselli, Rincon, Meité, Ansaldi; Berenguer; Belotti.

ALLENATORE: Walter Mazzarri.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium