/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 05 maggio 2019, 07:00

Crocetta, la serenità di coach Arioli dopo la fine del sogno playoff

"Nelle due partite la 5 Pari ha saputo interpretare meglio il clima playoff e il metro arbitrale"

Crocetta, la serenità di coach Arioli dopo la fine del sogno playoff

Il campo, come sempre, ha parlato: "Uscire dai playoff – commenta il coach della Crocetta Antonello Arioli non fa certo piacere, ma bisogna accettarlo perché nelle due partite la 5 Pari ha saputo interpretare meglio il clima playoff e il metro arbitrale. Vincere fuori casa sapevano che sarebbe stato difficile, ma abbiamo giocato una partita vera, decisa fondamentalmente da un giocatore, De Bartolomeo, che non siamo riusciti a limitare ed è stato il fattore imprevedibile che noi non abbiamo avuto".
I passi avanti sotto il profilo della mentalità rispetto all’andata non sono bastati: "Rispetto a Gara1 abbiamo mostrato di poter aggiungere alle nostre qualità tecniche temperamento e agonismo adeguati, ricordando che la gran parte dei 12 giocatori che ho ruotato nelle due partite non hanno ancora l’abitudine a partite di questo tipo".
Il bilancio non è comunque nel complesso negativo: "La nostra stagione va comunque ricordata anche senza la ciliegina che sarebbe stato il passaggio del turno. Terzi in classifica generale, decisi miglioramenti individuali e di squadra, opportunità date a tutti i componenti della rosa hanno reso l’annata oltre ogni previsione iniziale".
"Il gruppo dei giocatori è stato di formidabile coesione e ciascuno dei ragazzi, dal più giovane al più vecchio, è persona di valore: nell’ambito e nel contesto in cui operiamo, questo è un fattore importante. Peccato per l’epilogo – conclude Arioli -, ma nello sport bisogna accettare con animo sereno e obbiettivo sia le vittorie che le sconfitte".

G.R.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium