/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 05 maggio 2019, 09:00

La Reale Mutua Torino ’81 Iren batte Padova e conquista i playoff con tre giornate d'anticipo

Gli ultimi tre impegni della regular season vedranno i ragazzi di coach Simone Aversa affrontare in trasferta il Bologna, tra le acque amiche l’Ancona e nell’ultimo match di questa “prima fase” il Como: tre sfide ostiche

La Reale Mutua Torino ’81 Iren  batte Padova e conquista i playoff con tre giornate d'anticipo

La Reale Mutua Torino ’81 Iren è tornata alla Piscina Monumentale ed è tornata a fare punti pesanti. Con questo netto successo per 10-4 contro il Centro Sportivo Plebiscito Padova, infatti, la compagine torinese ha ottenuto il matematico accesso ai play-off.

Un risultato importante per la società giallo-blu, conquistato con il duro lavoro in allenamento e con una consapevolezza nei propri mezzi che partita dopo partita è cresciuta sempre più. La Torino ’81 ha dimostrato di essere una squadra matura e pronta per la serie cadetta e queste ultime tre giornate serviranno ad Azzi e compagni in primis per mantenere la seconda posizione in classifica e in secundis per cercare di spodestare nuovamente il Camogli dalla vetta della graduatoria. I liguri, infatti, sono tornati al primo posto di questo Girone Nord proprio la scorsa settimana vincendo in trasferta a Bologna. La contemporanea sconfitta dei torinesi a Civitavecchia ha poi permesso il contro-sorpasso in classifica.

Gli ultimi tre impegni della regular season vedranno i ragazzi di coach Simone Aversa affrontare in trasferta il Bologna, tra le acque amiche l’Ancona e nell’ultimo match di questa “prima fase” il Como. Tre sfide ostiche per crescere ulteriormente sotto l’aspetto mentale. Per quanto concerne il match contro Padova, si può affermare che i padroni di casa non abbiano avuto grandi difficoltà nel portare a casa il risultato, soprattutto dopo un perfetto terzo parziale, terminato 4-0 grazie alle reti di Brancatello, Azzi, Capobianco e Vuksanovic, che ha visto i piemontesi portarsi così sul momentaneo 9-2. Nell’ultima frazione, terminata 1-2, la Torino ’81 ha saputo gestire sapientemente il vantaggio accumulato e ha chiuso l’incontro sul definitivo 10-4.

Queste sono le parole di coach Aversa al termine del match: “Questo successo ci è servito per dimenticare velocemente la sconfitta di Civitavecchia della scorsa settimana. Il ritmo di gara questo pomeriggio non è stato alto, ma posso ritenermi ugualmente soddisfatto per la prestazione dei miei ragazzi. Stiamo lavorando molto sotto l’aspetto fisico in allenamento e, di conseguenza, è normale che ci manchi un po’ di brillantezza. Con il sicuro accesso alla fase finale le ultime tre gare di questa regular season ci serviranno per continuare il nostro percorso di crescita e per arrivare ai play-off almeno come secondi in classifica.

Il nostro obiettivo è quello di continuare a lottare per la prima posizione, ma molto dipenderà da Camogli stessa. In questo momento mi sento di dire che la squadra ha disputato diciannove partite di livello. Sicuramente ci sono state un paio di gare in cui siamo stati meno lucidi del dovuto, ma è comprensibile. Voglio complimentarmi con i ragazzi per il primo obiettivo raggiunto, anche perché non era assolutamente scontato. Ci abbiamo sempre creduto, ma il livello del campionato di serie A2 di quest’anno è molto alto e non era facile accedere ai play-off con tre giornate di anticipo”.

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN - C.S. PLEBISCITO PADOVA 10-4 (2-0, 3-2, 4-0, 1-2)

REALE MUTUA TORINO ’81 IREN: Aldi, Seinera, Cialdella 1, Azzi 2, Maffè 2, Oggero, Brancatello 3, Vuksanovic 1, Capobianco 1, Bertolina, Audiberti, Gattarossa, Costantini. Coach: Aversa.

C.S. PLEBISCITO PADOVA: Calabresi, Segala, Tosato, Chiodo, Savio 3, Barbato, Gottardo, Robusto, Zavonello, Sartore, Destro, Leonardi, Tomasella. Coach: Martinovic.

ARBITRI: Magnesia - Nicolai

NOTE: Superiorità numeriche: Torino ’81 4/10 + un rigore, Padova 0/7 + un rigore.

Nessun giocatore uscito per limite di falli.

Spettatori 300 circa.

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium