/ Basket

Basket | 09 maggio 2019, 07:00

La Procura vuole vederci chiaro nel dissesto delle casse della Fiat Auxilium Torino

E’ l’ennesima tegola di una storia forse attesa dal più inglorioso dei capitoli finali

La Procura vuole vederci chiaro nel dissesto delle casse della Fiat Auxilium Torino

Oltre all’assemblea di Lega cha ha – di fatto – estromesso la società dal Campionato di Lega del prossimo anno, oltre alla Comtec, l'organismo di controllo sui bilanci delle società che ha chiesto 8 punti di penalizzazione per il campionato in corso per irregolarità nei versamenti Irpef e Inps relativamente ai bimestri marzo-aprile 2018, maggio-giugno 2018, settembre-ottobre 2018 e novembre-dicembre 2018, adesso la Fiat Auxilium Torino sarebbe finita sotto la lente d’ingrandimento della Procura di Torino.

Nel Palazzo di Giustizia si starebbe scavando nel dissesto economico-finanziario della Società.

Che, sia detto per inciso, ha un ben preciso responsabile, con tanto di nome e cognome ed una lista di responsabilità lungo quantomeno come il pedigree dell’ultimo nato nella Casa Reale d’Inghilterra.

E che avvicina sempre più il sodalizio al fallimento.

Gli esperti in economia di stanza in Procura starebbero scavando – oltre che sui mancati versamenti Irpef e Inps – fra i numeri a più zeri dei conti in rosso e su tutto ciò che questi si sono trascinati a rimorchio, dai debiti milionari ad una ricapitalizzazione più volte “annunciata” e mai avvenuto.

L’impressione è quella che si stia avvicinando, pur se non a lieto fine, la conclusione di una fiaba che appena un anno fa aveva mandato in visibilio i tifosi, facendo pensare all’inizio di un ciclo.

La speranza, come si suol dire, è l’ultima a morire, ma certo non saranno i soldi pubblici a salvare l’Auxilium.

Bene farebbe la sindaca Appendino a dirlo con franchezza sin da subito, ammesso non lo abbia già fatto martedì. Per evitare facili ed utopistiche illusioni.

Perché la salvezza dal crack di una Società sportiva, ancorchè gloriosa, non rientra nell’ambito delle competenze istituzionali di una Città. Meno ancora in quelle dei suoi contribuenti.

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium