/ Calcio

Che tempo fa

Cerca nel web

Calcio | 11 maggio 2019, 12:02

Torino, al via domenica 12 maggio la terza edizione di “Balon Mundial - Football Communities”

E’ il torneo di calcio a 11 maschile che vede come partecipanti rifugiati e richiedenti asilo residenti nei Centri di Accoglienza della Città Metropolitana di Torino

Torino, al via domenica 12 maggio la terza edizione di “Balon Mundial - Football Communities”

Inizierà domani, domenica 12 maggio presso l’Impianto Sportivo Regaldi in Via Monteverdi 4, Torino la terza edizione di “Balon Mundial - Football Communities”, un torneo di calcio a 11 maschile che vede come partecipanti rifugiati e richiedenti asilo residenti nei Centri di Accoglienza della Città Metropolitana di Torino. La manifestazione, completamente gratuita per tutti i partecipanti, proseguirà poi Domenica 19 Maggio e Domenica 26 Maggio quando si disputeranno le finali. La vincitrice del torneo otterrà il diritto di partecipare a “Balon Mundial – la Coppa del Mondo delle Comunità Migranti” che si disputerà tra i mesi di Giugno e Luglio e giungerà quest’anno alla tredicesima edizione.

Il Torneo è organizzato dall’Associazione Balon Mundial affiliata UISP, con la collaborazione di UISP Torino e UISP Piemonte.

 Massimo Aghilar Presidente UISP Torino e Patrizia Alfano Presidente UISP Piemonte ci parlano di questa importante iniziativa: “Abbiamo sostenuto e creduto in Balon Mundial fin dalla sua nascita mettendo a disposizione del torneo tutto lo staff organizzativo e tecnico del nostro settore calcio, in prima fila il coordinatore Luca Dalvit che oltretutto conosce bene gran parte dei giocatori che durante tutto l‘anno militano nel campionato UISP. Moltissime delle nostre iniziative per l‘inclusione e la lotta al razzismo attraverso lo sport, vedono il pieno coinvolgimento dell’Associazione e dei moltissimi giovani che la compongono, al contempo UISP partecipa ed è presente in molti dei loro progetti. Inoltre per questo torneo UISP mette a disposizione per tutte le gare la professionalità e l’esperienza dei propri direttori di gara”. Abbiamo chiesto a Tommaso Pozzato Presidente di Balon Mundial di raccontarci di quest’evento: ”Quest’anno le squadre iscritte a Football Communities sono 9, provenienti dai C.A.S. e dagli S.P.R.A.R. non solo di Torino ma anche della Val di Susa, Alpignano e Carmagnola. 9 squadre che rappresentano un netto calo rispetto alle partecipanti delle prime due edizioni, calo da attribuire principalmente alle politiche attuate dal nuovo Governo negli ultimi mesi che hanno messo in grosse difficoltà sia i beneficiari diretti della manifestazione che tutti gli utenti che lavorano (o lavoravano) nei Centri di Accoglienza. Proprio per fare fronte a questa deriva discriminatoria l’Associazione Balon Mundial Onlus e UISP hanno deciso anche nel 2019 di unire le forze per portare avanti un torneo che vuole porsi come importante punto di riferimento di inclusione sociale e di lotta al razzismo sostenuto economicamente e totalmente da volontari e risorse messe in campo dalla nostra Associazione e da UISP Piemonte e UISP Torino, completamente gratuito per tutti i partecipanti senza contributi pubblici né privati “.

A partire da questa domenica circa 200 atleti provenienti da più di 25 paesi del mondo scenderanno in campo insieme per giocare e divertirsi dimenticando per qualche ora tutti i problemi che la loro condizione attuale di rifugiati e richiedenti asilo comporta. Senegalesi, Ivoriani, Nigeriani ma anche Siriani, Pakistani, Egiziani giocheranno fianco a fianco in un torneo dove l’importante non è vincere o provare di essere i migliori, dove il fair play e il rispetto del compagno, dell’avversario o dell’arbitro vengono prima di qualsiasi gol e dove non esistono “stranieri” ma soltanto dei ragazzi che ancora provano gioia a correre dietro ad un pallone.  In contemporanea al torneo di calcio a 11 maschile si disputeranno anche delle partite di calcio a 5 femminile riservate alle squadre delle comunità straniere di Torino che si stanno preparando per partecipare a Balon Mundial: Iran, Perù, Colombia, Italia, Brasile (e speriamo anche molte altre!) potranno mettersi in gioco in vista del più atteso torneo di Giugno.

Per Matteo Mastorci responsabile comunicazione Balon Mundial e Luca Dalvit coordinatore calcio Uisp Piemonte, offrire a tutti e tutte la possibilità di giocare a prescindere dal sesso, dall’etnia, dal credo religioso dalle possibilità economiche sono le basi del pensiero di Balon Mundial Onlus e UISP, ed è su queste basi che si fonda Football Communities.

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium