/ Atletica

Che tempo fa

Cerca nel web

Atletica | 15 maggio 2019, 11:01

Campionati di Società Assoluti, così la prima fase regionale

Buoni riscontri per la junior Veronica Crida (UGB), Martina Amidei (CUS Torino) e Francesca Massobrio (CUS Torino) al femminile. Joseph Twumasi (V. Alfieri Asti) e Soufiane El Kabbouri (CUS Torino) al maschile

Martina Amidei

Martina Amidei

Oltre 1000 atleti gara per la due giorni dei CdS Assoluti allo Stadio Primo Nebiolo di Torino nel fine settimana appena concluso. Prima fase regionale per le società di Piemonte e Valle d’Aosta in vista delle finali nazionali che si terranno il 15 e 16 giugno.

DONNE. Buona prova di Veronica Crida (UGB) sui 100hs e nel lungo. Sugli ostacoli la biellese ottiene il primato personale correndo in 13.91 (-0.7) lasciandosi alle spalle la coetanea Malina Lenuta Berinde (Atl. Roata Chiusani) con 14.42 (-0.7). Quest’ultima si prende però la rivincita aggiudicandosi, nettamente, i 400hs in 1:02.74. Nel lungo invece super i 6 metri, unica tra le atlete in pedana, atterrando a 6,04 (-1.3) precedendo la multiplista Laura Oberto (Atl. Canavesana), seconda con 5,87 (-1.5), terza Milica Travar (Zegna) con 5,65 (-0.7). Nello sprint si distingue Martina Amidei (CUS Torino): 12.00 (-0.6) sui 100 metri e 24.67 (-1.4) sui 200 metri i suoi riscontri cronometrici. Sui 200 da segnalare anche il 25.28 ventoso (+3.7) dell’allieva Delia Bajardi (CUS Torino) mentre sui 100 metri Martina Stanchi (S.A.F.Atletica Piemonte) con 12.25 (-0.6) precede Virginia Schieda (Atl. Pinerolo) con 12.43 (-0.6), quarta l’allieva Gaya Bertello (Novatl. Chieri) con 12.46 (-0.6). Sui 400 metri miglior crono per l’azzurrina valdostana Eleonora Foudraz (Atletica Sandro Calvesi) che precede Irene Guerra (Atl. Novese), seconda con 57.59. Iscritta anche sugli 800 metri, Foudraz però non prende parte alla prova che viene agevolmente vinta da Assia El Maazi (S.A.F.Atletica Piemonte) in 2:16.07 davanti alla compagna di club Letizia Burocco in 2:17.19. Gare di mezzofondo del sabato danneggiate da una forte bufera di vento che falsa un po’ i tempi degli atleti in gara. Sui 1500 metri Giada Licandro (Atletica Canavesana) approfitta del ritiro negli ultimi 400 metri della favorita Elisa Palmero e si aggiudica la prova in 4:45.83 davanti alla compagna di club Michela Arena con 4:47.96. Per Licandro arriva la doppietta con la vittoria, netta, anche sui 5000 metri, in 17:56.45. Sui 3000 siepi tutto facile per Ludovica Megna (S.A.F.Atletica Piemonte), prima in 12:02.30.

Sui 5000 metri di marcia prima a tagliare il traguardo Rosetta La Delfa (UGB) in 24:36.36, davanti a Chiara Verteramo (CUS Torino), seconda in 24:47.94.
Nell’alto si rivede la cuneese Debora Sesia (Sisport) che al terzo tentativo supera quota 1,80 per poi fallire 1,83; 1,63 per l’allieva Federica Parigi (Vittorio Alfieri Asti) che si arrende all’1,66. Nell’asta la junior Gaia Bonessa (CUS Torino) sale a quota 3,50, misura superata al secondo tentativo, fallito poi il tentativo di attacco a 3,60. Nel triplo a sbaragliare la concorrenza è Giulia Melardi (S.A.F.Atletica Piemonte), unica tra le atlete in pedana a superare i 12 metri: per lei infatti 12,14 seppur ventoso.
Nei lanci l’allieva Sara Verteramo (CUS Torino) si aggiudica il peso con 12,35 mentre nel disco vittoria per la junior Oghomwontiti Omozusi (Sisport) con 41,74 precedendo in classifica Claudia Andreea Chirilà (Atl. Strambino), seconda con 41,24. Nel martello 57,44 metri per Francesca Massobrio (CUS Torino), miglior prestazione tecnica della due giorni a livello femminile, mentre nel giavellotto la vittoria è per la junior Sara Perolio (Zegna) con 39,21 metri.
Nelle staffette successo per il CUS Torino nella 4x100 (Marostica, Farina, Vercellone, Amidei) con 47.78, mentre nella 4x400, alle spalle dell’Atl. Sandro Calvesi vincitrice in 3.56.01, troviamo Atl. Roata Chiusani (Ghibaudo, Rosato, Costa, Berinde) con 3:57.71.

UOMINI. Nello sprint doppietta dello junior astigiano Joseph Twumasi (Vittorio Alfieri Asti): classe 2001, fa suoi i 100 metri in 10.84 (-0.2), primato personale e unico degli atleti in gara sotto il muro degli 11 secondi, mentre sui 200 metri corre in 21.89 con vento contrario (-1.4), anche in questo caso unico degli atleti in pista sotto il muro dei 22 secondi. Alle sue spalle nel mezzo giro di pista l’allievo Matteo Carrettoni (S.A.F.Atletica Piemonte) con 22.48 (-1.4). Sui 400 metri si distingue Alberto Nardi (Atl. Canavesana) che corre in 48.26 e precede Simone Massa (Atl. Fossano 75), secondo con 48.98. Sugli 800 metri affermazione dell’azzurrino Andrea Grandis (Atl. Susa Adriano Aschieris) con 1:53.33 mentre sui 1500 metri Soufiane El Kabbouri (CUS Torino) ha agevolmente la meglio su Omar Bouamer (Pol. Sant’Orso Aosta): 3:50.68 per El Kabbouri, 3:57.35 per il valdostano, terzo lo junior Giovanni Cotti (Sport Project VCO) in 4:03.00.

Sui 5000 metri Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) corre in 14:28.12, lasciandosi alle spalle nella volata finale Bouamer che conquista ancora un secondo posto (14:28.92). Terza piazza per Francesco Breusa (CUS Torino) in 14:29.74, a precedere El Kabbouri che chiude in 14:33.21. Breusa si aggiudica poi i 3000 siepi in 9:10.33 davanti a Pietro Arese (S.A.F.Atletica Piemonte), secondo in 9:45.49 e non in perfetta condizione fisica, terzo Flavio Ponzina (Brancaleone Asti) con 9:47.89. Come nelle gare femminili, anche per quelle maschili il vento ha danneggiato i risultati.

Nella marcia test in vista della Coppa Europa del prossimo fine settimana per Federico Tontodonati (Aeronautica/CUS Torino): 41:51.73 davanti allo junior Giorgio Giuliani (CUS Torino) con 45:45.24.
Sugli ostacoli Seyni Simone Faye (Atl. Cogne Aosta) vince in 14.90 (-0.0) precedendo l’altro valdostano Jean Marie Robbin (Atl. Sandro Calvesi), secondo con 15.17 (-0.0), terza piazza per il primo dei piemontesi Andy Gatto (Atl. Alba) con 15.75 (-0.0). Robbin fa però suoi i 400hs in 52.64.
Nell’alto testa a testa tra Federico Deligios (Atl. Sandro Calvesi) e Alex Pavi Nzouakeu (CUS Torino): 2,04 per entrambi con il successo che va al valdostano capace di superare la misura al primo tentativo, Nzouakeu invece valica l’asticella alla seconda prova; terzo Stefano Pasino (Derthona Atl.) con 2,00 metri. Nell’asta 5,00 metri per Matteo Cristoforo Capello (S.A.F.Atletica Piemonte) mentre nel lungo 6,96 metri (+1.4) per Lorenzo Pusceddu (Atl. Canavesana) che precede Gabriele Zani (S.A.F.Atletica Piemonte), secondo con 6,89 (-0.4); Zani fa però suo il salto triplo con 14,09 (+1.9).
Nei lanci Mattia Mirenzi (Atl. Team Carignano) con 14,38 fa suo il getto del peso davanti a Pietro Bruna (S.A.F.Atletica Piemonte), secondo con 14,28. Bruna fa però suo il disco con 40,84 metri. Nel martello 52,66 per Matteo Crivelli (Vittorio Alfieri Asti) mentre Luca Scaparone (Atl. Fossano ’75) fa suo il giavellotto con 56,58 metri davanti allo junior Davide Sola (UGB) con 52,09.
Le staffette vanno a S.A.F.Atletica Piemonte (Millo, Lisa, Antonino, Falcetto), vincitrice della 4x100 in 42.84, e ad Atletica Sandro Calvesi (Rodà Savoini, Beneforti, Pina Barros, Robbin) che si aggiudica la 4x400 in 3:20.92, seguita da Atletica Canavesana (Rossi, Berra, Daniele, Nardi) con 3:21.71.

CLASSIFICHE DI SOCIETA'. Dopo la prima prova a livello regionale il CUS Torino domina sia a livello maschile (14361 punti) che femminile (14327 punti). Seconda piazza, in entrambe le classifiche, per S.A.F.Atletica Piemonte: 13324 punti con gli uomini, 12781 con le donne. Al terzo posto troviamo nella classifica maschile Atletica Canavesana con 12415 punti e Atletica Roata Chiusani al femminile con 12138 punti.

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium