/ Sport invernali

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport invernali | 15 maggio 2019, 18:02

A Bardonecchia il sogno di far sciare tutti senza limiti e barriere continua ad essere realtà

Grazie alla Fondazione Magnetto, al gruppo Curve e Champagne ed ai sostenitori privati che ogni anno aiutano a supportano a realizzare il progetto

A Bardonecchia il sogno di far sciare tutti senza limiti e barriere continua ad essere realtà

L’associazione Nordovest No Limits Onlus, creata nel 2017 da un progetto della Scuola Sci e Snowboard Nordovest e dei suoi maestri, nasce con l’intento di consentire la pratica dello sci e dello snowboard alle persone diversamente abili.

Durante la stagione 2018-2019 Nordovest No Limits Onlus ha riconfermato i progetti già intrapresi attivandone numerosi altri ed interessando un numero sempre maggiore di disabili.

Sono stati coinvolti molti enti ed associazioni a livello territoriale come la Cooperativa Frassati, l’Istituto Boselli di Torino e l’associazione Blu Acqua. E’ proseguita la collaborazione con il progetto Iron Mind Winter Edition II organizzato dalla Marco Berry Onlus Magic for Children (evento di sensibilizzazione sull’importanza della pratica sportiva per minori diversamente abili). E’ stato inoltre avviato il Progetto Scuole che ha visto la partecipazione di numerosi ragazzi appartenenti ad istituti superiori di ogni ordine e grado presenti sul territorio Piemontese.

Durante queste attività sono stati coinvolti bambini, ragazzi e adulti con patologie psichiatriche, sindrome autistica, ritardo mentale, non vedenti e disabili fisici su sedia a rotelle.

L’obbiettivo comune delle varie attività è stato quello di promuovere i benefici della pratica sportiva come occasione di inclusione sociale e condivisione di valori etici ed educativi.

La pratica dello sport assume un rilievo fondamentale per le persone diversamente abili, sviluppando abilità funzionali e di coordinazione motoria, rivestendo un grande valore riabilitativo e terapeutico e giocando un ruolo decisivo dal punto di vista psicofisico del benessere e della salute globale di chi lo pratica.

Il linguaggio universale dello sport raggiunge le emozioni più profonde dell’uomo, dando vita ad un’unione fatta di condivisione ed amore per la montagna che supera le barriere fisiche e mentali di chi lo pratica.

Il “grazie”, d’obbligo, va alla Fondazione Magnetto, al gruppo Curve e Champagne ed ai sostenitori privati che ogni anno aiutano a supportano a realizzare il sogno di far sciare tutti senza limiti e barriere.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium