/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 16 maggio 2019, 13:00

Torino… nuota nell’oro: il Gruppo Sportivo della Polizia Municipale conquista lo scudetto

Incetta di medaglie per gli atleti sabaudi, che tornano a celebrare un titolo nazionale nel nuoto a quattro anni di distanza dall’ultimo successo tricolore. Di marca gialloblù anche la miglior prestazione femminile della competizione, fatta registrare da Susi Penzo nei 50 stile libero

Torino… nuota nell’oro: il Gruppo Sportivo della Polizia Municipale conquista lo scudetto

Incetta di medaglie per gli atleti sabaudi, che tornano a celebrare un titolo nazionale nel nuoto a quattro anni di distanza dall’ultimo successo tricolore. Di marca gialloblù anche la miglior prestazione femminile della competizione, fatta registrare da Susi Penzo nei 50 stile libero

Si interrompe dopo un quadriennio il digiuno forzato del Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Torino, tornato sul gradino più alto del podio ai campionati italiani ASPMI di nuoto, andati in scena a Grottammare (Ascoli Piceno) presso l’impianto “Piscine Grottammare” in vasca da 25 metri.

Il secondo scudetto stagionale (il primo era giunto dalla compagine sciistica dei vigili sabaudi) è arrivato al termine di una manifestazione letteralmente dominata dai piemontesi, in grado di avere la meglio sulle altre dieci rappresentative iscritte (Bergamo, Chioggia, Genova, Milano, Modena, Reggio Emilia, Riccione, Roma, Venezia e Vigevano) e di conquistare 28 medaglie in totale, di cui 14 d’oro, 7 d’argento e altrettante di bronzo.

Ventuno gli atleti in gara per la squadra subalpina (12 donne e 9 uomini), quasi tutti capaci di agguantare almeno un podio individuale. Gli ori sono stati preda di Susi Penzo (50 stile libero e 50 dorso categoria D), Maria Di Bernardo (100 misti e 50 rana cat. D), Ada Occelli (200 stile libero), Tatiana Chiampo (50 stile libero e 50 dorso cat. C), Silvia Capuzzo (50 rana cat. C), Andrea Pisoni (100 misti e 50 stile libero cat. B), Alberto Bellachioma (100 stile libero e 100 misti cat. D), Giuseppe Spatolisano (100 stile libero cat. B) e della staffetta femminile 4x50 stile libero (Eleonora Cava, Tatiana Chiampo, Maria Di Bernardo e Susi Penzo). Gli argenti, invece, provengono da Graziella Telatin (50 dorso e 50 stile libero cat. D), Rosa Ferro (50 e 100 stile libero cat. C), Eleonora Cava (100 misti) e Donato Terlizzi ( 50 dorso e 50 stile libero cat. B), mentre i bronzi sono finiti al collo di Cristina Perotto (50 dorso cat. D), Cristina Zanero (50 dorso cat. C), Rita Finessi (50 rana e 50 stile libero cat. D), Eleonora Cava (100 stile libero cat. C), Pierandrea Delfino (100 stile libero cat. D) e degli staffettisti della 4x50 stile libero (Alberto Bellachioma, Donato Terlizzi, Giuseppe Spatolisano e Andrea Pisoni). A questi allori, va poi aggiunta la miglior prestazione femminile della competizione, fatta registrare da Susi Penzo nei 50 stile libero.

La graduatoria generale finale ha visto il GSPM Torino chiudere in prima posizione davanti a Milano e Genova; un risultato che la responsabile della compagine natatoria gialloblù, Susi Penzo, ha commentato così: “!Considerando che non tornavamo a casa con il campionato nazionale in tasca dal 2015, edizione che si tenne proprio a Torino, direi che è stato un successone. Abbiamo distanziato i secondi classificati di oltre 8000 punti e questo è un dato molto significativo. Escludendo il lato agonistico, posso sicuramente affermare che la spinta per fare bene giunge da un gruppo di persone affiatate, motivate e, soprattutto, amiche: quegli amici che tutti tanto cercano, noi li abbiamo trovati da tempo. Anche i cinque volti nuovi, che si sono approcciati alle gare per la prima volta, non solo hanno fatto bene, ma si sono integrati alla perfezione con il gruppo storico, che, dal canto suo, li ha accolti a braccia aperte. Un plauso a tutti noi, dunque, e guardiamo avanti: lo sport è salute e molti di noi l’hanno capito. Un ringraziamento particolare a Maria Di Bernardo per l’egregio aiuto fornito nel condurre gli allenamenti della squadra”.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium