/ Ciclismo

Ciclismo | 20 maggio 2019, 17:00

Gran Fondo Alpi Liguri: 90 chilometri là dove iniziano le Alpi

1600 metri di dislivello nascosto in una novantina di chilometri. Questo il percorso della granfondo bormidese che avrà il Passo del Melogno e lago di Osiglia come pezzi forti. Si parte dalla Galleria Commerciale di Carcare (Sv), domenica 16 giugno

Il passaggio sul lago artificiale di Osiglia (ph Tiziana Veronio)

Il passaggio sul lago artificiale di Osiglia (ph Tiziana Veronio)

Un percorso di sicuro fascino quello della seconda edizione della Gran Fondo Alpi Liguri, che domenica 16 giugno, prenderà il via dalla strada antistante la Galleria Commerciale di Carcare.

Saranno novanta i chilometri da percorrere all'interno dei quali sono celati quasi 1600 metri di dislivello da scalare, suddivisi in quattro salite principali.

Partiti da Carcare, ci si dirigerà verso Altare per andare ad affrontare il primo strappo che porta al laghetto di Romana, a cui segue una rapida discesa fino a Chiesa, dove la strada cambia la pendenza per riportarsi positiva. Saranno oltre tredici i chilometri necessari per raggiungere il passo del Melogno a quota 1031 metri sul livello del mare. La veloce discesa porterà a Calizzano, da cui si continuerà a scendere nel fondovalle, fino a Millesimo, dove, al 56° chilometro, si svolterà a destra per affrontare la temuta scalata alla diga del Lago di Osiglia. Un breve tratto in piano che costeggia il lago farà rifiatare, per tornare nuovamente a salire verso Colla Baltera per poi scendere sino a Bormida. Da qui si seguirà tutto il fondovalle del Bormida sino a Pallare dove, svoltando a sinistra, si risalirà verso Biestro, da dove inizierà una rapida discesa che porterà direttamente all'arrivo posto a Carcare, nuovamente in fronte alla Galleria Commerciale.

Maggiori dettagli sono disponibili sul sito della manifestazione in questa pagina

D.R.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium