/ Atletica

Atletica | 21 maggio 2019, 11:00

Campionato di Società Cadetti: CUS Torino e Safatletica campioni

A Biella i due club torinesi conquistano il titolo regionale di società: CUS Torino con le donne, Safatletica con gli uomini

Il podio di società femminile

Il podio di società femminile

Biella nel fine settimana ha ospitato, oltre alla seconda fase regionale dei CdS Allievi, la prova unica dei CdS Cadetti e Cadette su base regionale. Al maschile la classifica di società premia Safatletica che, con 389 punti, si aggiudica il campionato regionale; alle sue spalle CUS Torino (350 punti) e Atl. Settimese (326 punti). Al femminile CUS Torino e Atl. Stronese-Nuova Nordaffari chiudono entrambe a 364 punti ma, grazie al numero complessivo di migliori piazzamenti individuali, il successo al club torinese. Terza piazza per Sisport con 361 punti, che precede di un solo punto Safatletica, ferma a 360 punti.

DONNE. Sugli 80 metri Marta Pejretti (Atl. Team Carignano) taglia per prima il traguardo in 10.23 (-0.1) mentre sui 200 metri la prima piemontese è Giada Nancy Carta (Team Atl. Mercurio Novara) che, con 42.97, si migliora di un secondo, ed è seconda solo alla valdostana Isablu Baiocco (Atl. Sandro Calvesi), vincitrice con 42.49.

Nel mezzofondo successi di Anastasia Zucco (Atl. Stronese-Nuova Nordaffari) sui 1000 metri in 3:04.57 davanti a Greta Michieli (Borgaretto 75), seconda in 3:06.92; quest’ultima però si aggiudica i 2000 metri in 6:48.57 precedendo Adele Roatta (Atl. Mondovì-Acqua San Bernardo) con 6.49.79. Sui 1200 siepi prima a tagliare il traguardo è Sofia Cafasso (Safatletica) in 3:59.92.
Lucia Maria Massano (Sisport) e Chiara Gillone (CUS Torino) sono le più veloci sugli 80hs con 12.36, con Massano che si aggiudica la vittoria al fotofinish, terza Beatrice Carpinello (Atl. Team Carmagnola) con 12.46. Sui 300hs invece netta vittoria per Giulia Ingenito (Sisport) con 47.70, crono che migliora il suo precedente limite di circa un secondo e mezzo.

Per quanto riguarda i salti, nell’alto pari misura, 1,51 metri, per Francesca Fornaroli (Area Libera Coop SSS Borgomanero) e Penda Sy (Sisport), con quest’ultima che si classifica seconda per un maggior numero complessivo di errori. Nell’asta unica atleta sopra il muro dei 3 metri è Laura Fornaris (CUS Torino) con 3,10 metri. Ad aggiudicarsi il salto in lungo è Great Nnachi (CUS Torino) che atterra a 5,10 (-1.0) seguita da Elena Comollo (Sisport) con 5,04 (-1.1) mentre nel triplo la vittoria va ad Annalisa Pastore (Bugella Sport) con 10,70.

Nel settore lanci si segnalano i successi di Alice Gaggini (Atl. Venaria Reale) nel peso con 9.63; di Matilde Bosia (Atl. Rivoli) nel disco con 20,33; della valdostana Christine Dal Mut (Atl. Cogne Aosta) nel martello con 30,29 seguita dalla piemontese Cecilia Marchegiano (Atl. Ivrea) con 29,41; di Beatrice Carpinello (Atl. Carmagnola) nel giavellotto con 38,93.
Sui 3000 metri di marcia prima a tagliare il traguardo è Sofia Giovannini (CUS Torino) in 15:51.49.
La Sisport si aggiudica infine la staffetta 4x100 con Bianchi, Massano, Comollo, Ingenito per un crono finale di 50.83.

CADETTI. Sugli 80 metri testa a testa tra Francesco Viotti (Balangero Atl.), primo in 9.32 (0.0) e Andrea Fornaro (Bugella Sport), secondo con 9.33 (0.0); terza piazza per Simone Menchini (Atl. Stronese-Nuova Nord Affari) con 9.40 (0.0). Sui 300 metri Andrea Fornaro (Bugella Sport) si aggiudica la prova in 36.68 precedendo Stefano Demo (Atl. Rivarolo), secondo 36.78.
Nel mezzofondo 2:43.96 e primo posto sui 1000 metri per Edoardo Siliquini (Safatletica), davanti ad Alberto Rolando (Atl. Pinerolo), secondo con 2:44.65; per Siliquini arriva poi la doppietta con il netto successo sui 1200 siepi in 3:27.65. Sui 2000 metri il primo a tagliare il traguardo è Kirili Polikarpenko (CUS Torino) in 5:59.26.

Sui 100hs Vincenzo Martinelli (Atl. Settimese) piomba più veloce di tutti sul traguardo in 14.13 (-0.8) mentre sui 300hs la vittoria, netta, è di Stefano Demo in 41.42.

Nel salto in alto miglior misura per Davide Bonino (Atl. Strambino) con 1,68 davanti a Luca Perello (Atl. Rivarolo) con 1,66. Arriva ai 4 metri Simone Bertelli (Safatletica), quota superata al primo tentativo, poi fallisce i tre successivi tentativi a 4,10. Nel salto in lungo Flavio Perelli (Atl. Ovadese Ormig) atterra a 5,59 (0.0) a precedere Christian Buora (Atl. Valsesia) con 5,56 (0.0), pari misura con Federico Minnella (Atl. Castell’Alfero) – anche nel suo caso vento nullo. Nel triplo è Christian Zanotti (Atl. Pinerolo) ad atterrare più lontano di tutti, arrivando a 12,10 (-0.8), alle sue spalle Emanuele Francesco Bellanova (Atl. Vercelli 78) con 12,00 (-1.1).

Nei lanci successo di Davide Mattuada (Atl. Team Carignano) nel peso con 13,00 a precedere Filippo Maria Iacocca (Vittorio Alfieri Asti) con 12,39; quest’ultimo si aggiudica però il martello con un ottimo 60,36 metri. Riccardo Manera (Sisport) ai aggiudica il disco con 26,76; mentre il giavellotto va a Yuri Lacitignola (Atl. Ivrea) con 35,10.

Sui 5000 metri di marcia ad imporsi è Francesco Piccarolo (CUS Torino) in 25:04.04.
La staffetta 4x100 va a Safatletica di Buzzi, Beltramo, Arcilasco, Ibidi in 46.51.

R.S.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium