/ Basket

Che tempo fa

Cerca nel web

Basket | 24 maggio 2019, 11:31

Auxilium basket, si profila la ripartenza dalla A2 con il titolo sportivo di Cagliari

La sindaca Appendino ha incontrato il patron dei sardi Sardara: si va verso una salvezza della squadra dal secondo campionato professionistico. Probabile il ritorno in società dell'ex dg Renato Nicolai

Auxilium basket, si profila la ripartenza dalla A2 con il titolo sportivo di Cagliari

Si profila la salvezza del basket sotto la Mole, con ripartenza dalla serie A2, dopo le novità arrivate a seguito dell'incontro tra la sindaca Chiara Appendino e l’assessore allo Sport, Roberto Finardi, con Stefano Sardara, il presidente della Dinamo Basket Cagliari.

Il dirigente, in collaborazione con realtà cestistiche del territorio piemontese, sta lavorando a un progetto che permetterebbe alla squadra di Torino di disputare il prossimo campionato maschile nella serie A2 e, in questo modo, di rispondere positivamente alle aspettative dei tantissimi appassionati che seguono e amano lo sport della palla a spicchi.

La sindaca Appendino e l’assessore Finardi hanno assicurato a Sardara il massimo sostegno di Palazzo Civico all’iniziativa, che nei prossimi giorni vedrà definire tutti gli aspetti sportivi e societari del progetto.

Ancora incerto, in questo quadro, il ruolo che avrebbe la cordata "Una Mole di basket", messa in piedi da Massimo Feira e Paolo Terzolo, che ha lavorato in questi mesi per salvare la vecchia gestione del presidente Forni. Ma l'Auxilium sembra destinata a scomparire, travolta dai debiti, al di là dell'esito dei ricorsi iniziati dalla società contro la penalizzazione che l'ha portata alla retrocessione.

Non è escluso, tuttavia, che lo storico marchio possa essere recuperato in un secondo tempo, adesso è fondamentale evitare la scomparsa del basket sotto la Mole e lo spostamento del titolo sportivo dalla Sardegna a Torino permetterebbe di avere anche una base tecnica da cui ripartire.

E, in questo quadro, si profila il ritorno in società di Renato Nicolai, il direttore generale che a giugno del 2018 aveva divorziato per andare a sposare il progetto di Sassari, diventandone amministratore delegato. Oggi sembrano profetiche quelle parole con cui aveva salutato: "Il mio non è un addio, perché Torino resterà sempre nel mio cuore". Forse si è trattato solo di un arrivederci.

Massimo De Marzi

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium