/ Sport acquatici

Che tempo fa

Cerca nel web

Sport acquatici | 25 maggio 2019, 08:30

Ultima giornata di regular season per la Reale Mutua Torino ’81 Iren

Alle 16 di oggi insidiosa trasferta a Como

Ivan Vuksanovic

Ivan Vuksanovic

Ultima giornata di regular season per la Reale Mutua Torino ’81 Iren che nel pomeriggio di oggi sarà impegnata nell’insidiosa trasferta di Como. Alle ore 16 Azzi e compagni saranno impegnati presso la Piscina Olimpica Comunale di Como.

I lombardi venderanno cara la pelle dal momento che si trovano in piena zona play-out a 21 punti. Non sono i soli in quanto anche Sturla e Padova sono ferme a quota 21 e Crocera a quota 23.

Quest’ultima giornata, dunque, sancirà quale tra queste quattro squadre andrà a giocarsi la permanenza in serie A2 contro Brescia o Sori. Nelle parti alte della graduatoria, invece, i giallo-blu sono a due lunghezze dal primo posto, di conseguenza è lecito sognare.

Nella peggiore delle ipotesi la squadra torinese si qualificherà come seconda del Girone Nord e avrà il fattore campo a proprio favore nella serie di semifinali. Prima di proiettarsi in questa fase finale, però, ci sarà un match sicuramente non facile da giocare, contro una compagine che darà il tutto per tutto per provare a mantenere la categoria senza dover passare dallo spareggio.

Sarà un incontro utile anche in vista delle fasi finali perché permetterà di mantenere alta la concentrazione. In occasione di questo match Ivan Vuksanovic ha espresso tutta la sua soddisfazione per il primo obiettivo raggiunto e si è soffermato anche sull’importante traguardo personale che verosimilmente si aggiudicherà alla fine di questa regular season, ovvero il titolo di capocannoniere del Girone Nord: “Sono felice per il campionato che abbiamo disputato fino a questo momento. Quando siamo scesi dalla serie A1 alla serie A2 l’obiettivo principale era quello di fare crescere i nostri giovani che non erano ancora pronti per la categoria più alta e ci siamo riusciti al meglio. Sicuramente avevamo anche l’obiettivo di qualificarci per i play-off, ma non era quello principale. Nasceva un nuovo percorso, un percorso di crescita, ed era quello l’aspetto più importante. Dobbiamo ringraziare tanto i nostri giocatori con meno esperienza perché se siamo riusciti ad arrivare a questo traguardo il merito è anche e soprattutto loro. Si sono fatti trovare subito pronti e non era scontato. Il compito principale, dunque, è stato fatto. Sabato andremo a Como per provare a chiudere la stagione regolare con un successo, ma troveremo una squadra che lotterà per la salvezza e ci aspetterà con il coltello fra i denti. Per quanto concerne, invece, il fatto che fino a questo momento io sia il capocannoniere del Girone Nord non posso fare altro che essere felice. Per me è una bellissima soddisfazione, ma cambierei volentieri tutte le mie reti per una nuova promozione in serie A1. Penso che Torino e il Piemonte si meritino la Torino ’81 nella massima categoria. Testa, dunque, al match contro i lombardi e agli imminenti play-off. Sono sicuro che lotteremo tutti insieme, come abbiamo sempre fatto”.

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium