/ Juve

Juve | 01 giugno 2019, 19:16

Cercò di colpire un tifoso interista con un pugno, ma prese uno stewart: "fatto tenue", secondo la Procura

Il pm ha chiesto l'archiviazione, ma resta il Daspo di 3 anni per l'ultras juventino. I fatti risalgono allo scorso dicembre, durante uno Juventus-Inter all'Allianz Stadium

Cercò di colpire un tifoso interista con un pugno, ma prese uno stewart: "fatto tenue", secondo la Procura

Cercò di tirare un pugno a un tifoso avversario, ma invece di colpire il suo bersaglio fini per raggiungere uno stewart che stava cercando di mantenere l'ordine. Per la procura, si tratta di un episodio non punibile dalla giustizia e dunque è stata chiesta l'archiviazione del caso per la "particolare tenuità del fatto".

E' arrivata a questa conclusione, dunque, la vicenda iniziata lo scorso mese di dicembre, all'Allianz Stadium, in occasione della partita Juventus-Inter, gara ribattezzata il derby d'Italia, ma soprattutto accesa da una rivalità che non accenna a placarsi e che, anzi, dai fatti di Calciopoli del 2006, si è alimentata ancora di più. Tanto da arrivare a generare i toni di questi giorni sul passaggio di Antonio Conte (ex capitano e tecnico dei tre scudetti consecutivi bianconeri) sulla panchina dei nerazzurri.

La richiesta della procura ha tuttavia ribadito che, dal punto di vista amministrativo, il Daspo di tre anni inflitto allo scalmanato tifoso della Juve è perfettamente giustificato. L'uomo, anche grazie alle immagini riprese dall'impianto di videosorveglianza, dopo essere stato bloccato e identificato fu definitivamente riconosciuto come l'autore del gesto violento. E per tre anni non potrà più mettere piede in una struttura che ospita un evento sportivo.

redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium