/ Ciclismo

Ciclismo | 17 giugno 2019, 13:00

La torinese Olga Cappiello fa sua la 2a Gran Fondo Alpi Liguri

L'ex campione biatleta cuneese Pietro Dutto vince invece tra i maschi. La Rodman Azimut Squadra Corse sale sul primo gradino del podio delle società

Olga Cappiello

Olga Cappiello

Sono 400 i ciclisti che hanno preso il via dalla Galleria Commerciale di Carcare, domenica 16 giugno, per la seconda edizione della Gran Fondo Alpi Liguri, organizzata dal GS Loabikers con il patrocinio del Comune e l'appoggio della Galleria Commerciale.

E' proprio il sindaco Christian De Vecchi, alle 10.30 in punto, a sventolare la bandierina a scacchi, subito dopo avere dato l'appuntamento a tutti per il prossimo anno.

Sono 95 i chilometri che i granfondisti hanno dovuto affrontare con il GPM al Passo del Melogno, magicamente avvolto dalla nebbia, mentre all'arrivo un caldo sole estivo baciava gli spettatori.

La corsa assume la proprio connotazione proprio sulla salita del Melogno, dove il gruppo di testa allunga e il primo a passare sul GPM, vincendo il premio previsto, è Aimone Picchio. E' invece un terzetto ad allungare e prendere il volo nella successiva discesa, avvolta dalla nebbia.

In testa si trovano quindi l'ex biatleta cuneese Pietro Dutto, il campione di sci alpinismo valdostano Alain Seletto e l'imperiese Manuele Caddeo, con un lontano passato trascorso nelle categorie superiori.

I tre trovano subito l'accordo per collaborare riuscendo così a mantenere il gruppo degli inseguitori sempre oltre il minuto di distacco. Sull'ultima salita Caddeo risente dello sforzo e perde contatto per qualche decina di metri, ma che riprende agevolmente in discesa, sfruttando la sua esperienza da ex ciclista agonista.

E' la volata ai 300 metri che determina l'ordine di arrivo, dove Dutto passa per primo sotto lo striscione a braccia alzate davanti a Caddeo e Seletto.

Tra le donne la vittoria va all'inossidabile torinese Olga Cappiello, che precede di alcuni minuti sul traguardo le due compagne di squadra Veronica Pardini e Matilde De Sciora, che si sfidano per il secondo posto sotto al traguardo.

Tra le società a imporsi è la torinese Roadman Azimut Squadra Corse, seguita dalla carcarese Bicistore Cycling Team e dalla torinese Jolly Euro Prestige.

La giornata termina con il consueto pasta party gestito dal Gruppo Alpini di Carcare e le premiazioni finali, che hanno visto salire sul palco i primi tre uomini e donne, i primi cinque di ogni categoria e le prime tre società.

CLASSIFICHE

GENERALE MASCHILE

Pietro Dutto (Vigor Cycling Team); 02:42:58.19

Manuele Caddeo (Team Senzabicinonsostare); 02:42:58.56

Alain Seletto (Gs Bicisport Ospedaletti); 02:42:58.72

Mattia Magnaldi (Team De Rosa Santini); 02:44:24.78

Pascal Bousquet (Gs Bicisport Ospedaletti); 02:44:26.31

Aimone Picchio (Granbike Velo Club Torino); 02:45:15.55

Diego Piva (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 02:45:55.55

Andrea Romuali (Bicistore Cycling Team); 02:48:35.82

Leonardo Viglione (Asd Sanetti Sport Vv.F. Piemonte); 02:49:41.30

Andrea Orsi (Team Metronotte Piacenza); 02:49:41.31

GENERALE FEMMINILE

Olga Cappiello (Team De Rosa Santini); 03:00:03.58

Veronica Pardini (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:07:12.10

Matilde De Sciora (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:07:16.86

Georgina Makhandi (Bicistore Cycling Team); 03:12:06.11

Loredana Girello (Ristorocycles Team); 03:18:46.38

Aisling Flanagan (Team Senzabicinonsostare); 03:19:16.86

Barbara Ramorino (Bicistore Cycling Team); 03:19:18.14

Francesca De Sanctis (Bicistore Cycling Team); 03:29:04.65

Barbara Pistone (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:31:53.15

Laura Devalle (Asd Rodman Azimut Squadra Corse); 03:31:54.32

SOCIETA'

Rodman Azimut Squadra Corse

Bicistore Cycling Team

Jolly Euro Prestige

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium