/ Motori

Motori | 02 luglio 2019, 18:00

Motorsport: il torinese Nicolò Rocca vince in Repubblica Ceca

Ora è secondo nella classifica generale Euro Nascar

Il torinese Nicolò Rocca

Il torinese Nicolò Rocca

Il Saetta McQueen italiano vince e vola al secondo posto della classifica generale dell’Euro Nascar. Con la vittoria sul circuito di Most in Repubblica Ceca (quarta tappa del campionato Euro Nascar) Nicolò Rocca è stato l’unico italiano questo fine settimana a far risuonare l’inno di Mameli in una competizione motoristica.

L’Euro Nascar, ufficialmente Nascar Whelen Euro Series, è la versione europea di quella che è considerata la più spettacolare disciplina automobilista al mondo, uno sport la cui popolarità, oltreoceano, è pari all’NBA o all’NFL, e le cui gare negli USA si svolgono perlopiù all’interno di circuiti ovali, ed in parte stradali.

Il campionato europeo si sviluppa attraverso sette gran premi in altrettanti paesi e vede in gara 64 piloti di 21 nazionalità. Dopo le prime quattro tappe, tra cui i prestigiosi circuiti di Valencia e Brands Hatch, e dopo la vittoria di questo week-end in Repubblica Ceca Nicolò Rocca è adesso al secondo posto nella classifica generale a soli 17 punti dal leader del campionato, il belga Stienes Longin.

Oltre alla vittoria di sabato Rocca durante le gare del week-end a Most ha collezionato due pole position e ha fatto registrare il giro più veloce in pista sia nella gara di sabato che in quella di domenica (dove per colpa di un’uscita di pista mentre era al comando si è classificato undicesimo).

25 anni, una doppia vita divisa tra le piste automobilistiche e gli studi di economia e finanza prima e, oggi, la consulenza in alcune società di trading londinesi, Nicolò Rocca, dopo aver guidato ogni tipo di go-kart, ha iniziato a correre a 15 anni (Formula BMW prima e Formula Renault dopo) per approdare alla Nascar nel 2013. Da lì è stato un crescendo di risultati: quella di Most è stata la sua quarta vittoria in un Gran Premio.

Nicolò guida una Chevrolet Camaro Nascar progettata per correre sui circuiti europei, una belva dotata di telaio tubolare, motore V8 da 450 cavalli, cambio manuale a 4 marce, nessun aiuto elettronico e trazione posteriore per un peso di 1225 kg.

J.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium