/ Altri sport

Altri sport | 08 luglio 2019, 06:00

Psicologia e Sport: anche a Torino

Lo sport è molto spesso utile come sorgente di salute, importantissima per l’uomo

Psicologia e Sport: anche a Torino

Per sport si intende “Attività che impegna, sul piano dell'agonismo oppure dell'esercizio individuale o collettivo, le capacità fisico-psichiche, svolta con intenti ricreativi ed igienici o come professione.” Ma tale definizione viene anche racchiusa in una espressione di Giovenale: “Mens sana in corpore sano”.

La psicologia nello sport

Lo sport è molto spesso utile come sorgente di salute, importantissima per l’uomo: al medesimo livello dell’alimentazione, muoversi non solo ci permette di mantenerci in forma, ma ci consente di curare stress e socializzare. Oggi l’attività sportiva occupa un segmento diverso rispetto agli anni precedenti. Prima si parlava di sport solo come mezzo attraverso il quale i giovani stavano insieme, erano accumunati dalle stesse idee e lo sport era inteso come momento goliardico al quale dedicarsi solo per brevi periodi. Oggi la pratica sportiva acquisisce una connotazione completamente diversa al fine della formazione dell’uomo e del cittadino, questo grazie anche ad una nuova scienza: la psicologia sportiva. Solo nel XX secolo si è realmente fatta strada la necessità di introdurre questa nuova disciplina che studia gli aspetti psicologici, sociali, pedagogici e psicofisiologici  all’interno di un percorso sportivo al fine di raggiungere degli obiettivi sempre più prestigiosi. Sono infatti tanti i professionisti che hanno percorso un iter formativo mirato allo sviluppo di competenze in ottica sport. Da qui la nascita di molti siti di psicologi di Torino e di altre città del Piemonte dove potrai trovare facilmente il professionista che fa al caso tuo.

Lo psicologo sportivo

Lo psicologo sportivo quindi studia il comportamento umano nell’ambito della biunivoca influenza fra attività sportiva e sviluppo psicofisico. E’ una scienza fatta “a più mani” e si occupa dei processi conoscitivi, emozionali e comportamentali associati alle attività degli atleti e delle squadre nell’ottica delle discipline sportive. La psicologia dello sport, nonostante sia in Italia una materia sostanzialmente giovane, si è velocemente differenziata per ricerca e applicazione. Alcuni psicologi si contraddistinguono per la loro operosità per il fatto che si occupano di atleti o squadre di alto livello, con il compito di accrescere e applicare tecniche che permettano all’atleta e/o della squadra di raggiungere il massimo degli obiettivi agonistici.

Per poter massimizzare i risultati sarà necessario lavorare:

  • sulla socializzazione

  • sull’autostima

  • sull’accettazione della sconfitta

  • sul rispetto di sé

  • sul rispetto dell’altro

  • sull’acquisizione del concetto di squadra

  • sull’accettazione della guida.


L’attività fisica se ben esercitata può avere degli ottimi benefici sui soggetti che soffrono di stress. Lo psicologo dello sport diventa un facilitatore e mediatore dell’attività al fine di esaltarla per originare quelle che vengono definite intelligenza motoria e intelligenza agonistica. Lo sport di squadra spinge l’atleta ad accorgersi dell’altro rispettando i ruoli e vivendo la disciplina, e quindi le attività agonistiche, come una sana competizione.

Lo Psicologo dello Sport e l’allenatore hanno la funzione di valutare, osservare e assistere tutti gli sportivi attraverso tecniche che contemplano una valutazione psicologica che consenta di arrivare ad una conoscenza approfondita ed effettiva del soggetto. Gli atleti diventano fruitori di stimoli, idee, valori, scelte, decisioni. Lo psicologo dello sport non è uno psicoterapeuta, piuttosto il passato dell’atleta non andrà toccato.

Deve solo, attraverso l’osservazione e il dialogo, creare una serie di presupposti per poter arrivare a raggiungere alti profili. E’ una scienza a più mani: tutti i componenti del team convoglieranno le proprie competenze permettendo all’atleta o alla squadra, rispettati tutti nelle loro peculiarità, di accettare le regole della competizione. L’intervento dello specialista fornirà le strategie per acquisire un sistema di regole che metterà gli sportivi nelle condizione di come giocare nella quotidianità, edificando valori che saranno utili per orientare le scelte e le decisioni. Attraverso questa possibilità messa a disposizione o dalle famiglie o dalle società sportive, gli atleti saranno capaci di essere veri costruttori della propria vita: di fronte ad una sconfitta saranno capaci di rivedere il percorso effettuato non recriminando ma, donandosi una nuova possibilità.



Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium