/ Tennis

Tennis | 10 luglio 2019, 11:00

Al Nord Tennis si sono decise le 8 qualificate del 12° Trofeo Ma-Bo, 25.000 $

Prime Promosse agli ottavi Sanesi e Xu

Claudia Giovine

Claudia Giovine

Programma intenso quello di ieri nel Trofeo MaBo, 12esima edizione della rassegna organizzata sui campi del Nord Tennis Torino, con montepremi da 25.000 $ che mette in palio nel 2019 per la vincitrice anche il plus della macchina (Fiat Panda).

Il via alle 9.30 per decidere le 8 promosse nel tabellone principale. Alla fine sorrisi e passaggio tra le big per ben cinque racchette azzurre, con la sola Federica Di Sarra costretta alla resa ancora prima di iniziare a causa di un problema alla mano destra (quella della racchetta) accusato nell’incontro di primo turno. Di Sarra fuori anche dal doppio nel quale era parte del tandem favorito in coppia con la Colmegna.

Pass dunque conquistato per il main draw di singolare dall’australiana Gabriella Da Silva Fick, testa di serie numero 9. Angelica Moratelli, finalista al Nord Tennis alcune stagioni fa (2012), ha piegato con buona intensità di ritmo la greca Kordolaimi, con lo score fissato sul 6-1 6-3. La soddisfazione della giocatrice trentina al termine: “Un match ben interpretato fin dai primi punti che mi permette di entrare in tabellone principale. Qui a Torino mi trovo sempre bene”.

Buon secondo turno anche per Elisabetta Cocciaretto, che ha raggiunto il tabellone principale superando 6-3 6-4 la norvegese Melanie Stokke. L’azzurra classe 2001, le cui prestazioni sono sempre seguite con interesse in ottica presente ma soprattutto futura, si è imposta 6-3 6-4. Nel secondo set ha servito una prima volta per il match sul 5-2 ma ha subito la rimonta parziale dell’avversaria. Sul 5-4 non ha più tentennato e grazie ad alcuni anticipi, sia di diritto che con il rovescio bimane, ha chiuso i conti al decimo game.

Promossa anche l’esperta Claudia Giovine, altra tennista che al Nord Tennis lega ricordi importanti (vittoria nel 2013), autrice del successo di giornata contro la tedesca Anna Gabric (6-3 6-3). La quarta italiana festante è stata Camilla Scala che al termine di un match caratterizzato dagli scambi prolungati (1 ora e 38 minuti il tempo totale di gioco) ha messo a sedere l’ucraina Ganna Poznikhirenko, per 6-4 6-3. Lucia Bronzetti ha imitato le colleghe, confermando il buon momento di forma (semifinale la scorsa settimana nel 25.000 $ di Biella), superando Moyuka Uchijima (Gia) per 6-3 6-2. Le altre due qualificate rispondono ai nomi della russa Marfutina, che ha piegato la rumena Dinu per 6-3 6-4, e della nipponica Naito, che pur soffrendo in chiusura contro la francese Muntean, ha superato l’ostacolo con il punteggio di 7-5 6-4 dopo essere andata a servire la prima volta per il match sul 5-2.

E’ scattato oggi anche il tabellone principale, che domani metterà in campo ben 14 match per allinearsi agli ottavi. Le prime a raggiungere lo step sono state Gaia Sanesi, che ha concesso poco alla wild card Martina Colmegna (6-0 6-2) e la giapponese Shilin Xu, testa di serie numero 3, che ha dominato Stefania Rubini. Colpi potenti e varietà di gioco per la nipponica, che ha messo in mostra anche un buon gioco di volto e sigillato il confronto sullo score di 6-0 6-2. Oggi andrà in scena anche il players party a bordo piscina, rinviato ieri a causa del pericolo pioggia in serata.

R.T.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium