/ Tennis

Che tempo fa

Cerca nel web

Tennis | 14 luglio 2019, 09:00

Al Nord Tennis Torini la finale è tra l’italiana Cocciaretto e la giapponese Naito

Oggi a partire dalle 11

Elisabetta Cocciaretto

Elisabetta Cocciaretto

Sarà una finale italo-giapponese quella che assegnerà oggi, a partire dalle 11, il titolo nel 12° Trofeo Ma-Bo, 25.000 $ ITF femminile (con montepremi arricchito da una Fiat Panda per la vincitrice) organizzato in modo come sempre perfetto dal Nord Tennis Torino.

Atto decisivo giovanissimo, con due giocatrici classe 2001 che arrivano entrambe dalle qualificazioni. Sono Elisabetta Cocciaretto, una delle speranze del tennis azzurro che a gennaio è già riuscita ad issarsi in semifinale negli Australian Open juniores, e la nipponica Yuki Naito, attuale classifica di n° 434 Wta.

Le due sono accomunate dalla grinta e dalla voglia di emergere, anche dal sorriso fuori dal terreno di gioco. Elisabetta Cocciaretto, alla sua prima finale in un 25.000 $, ha superato oggi in semifinale la più esperta connazionale Claudia Giovine, classe 1990 e capace in settimana di mettere in campo i suoi migliori colpi. Match a senso unico nella prima parte (6-1), più combattuto nella seconda (7-6). Dopo lo 0-1 iniziale la Cocciaretto ha infilato una serie di sei giochi consecutivi con tre break. Nel secondo set la brindisina è partita di slancio e si è portata sul 3-1 grazie ad una condotta di gara più aggressiva. Cocciaretto nuovamente in cattedra nella parte centrale della frazione (3-3) con la sensazione di poter allungare ancora. La Giovine ha però messo sul centrale del Nord Tennis colpi ed esperienza portandosi sul 6-5 e servizio con il break all’11° gioco.

Qui si è spenta, subendo una sequenza negativa di 11 punti ad 1 e cedendo alla giovane rivale il passaggio in finale: “Sono partita bene – ha detto al termine la vincitrice – poi ho subito il suo ritorno. Devo trovare maggior continuità nell’arco del match ma nel complesso oggi sono soddisfatta. Non ci eravamo mai incontrate prima ma ci conosciamo bene perché spesso ci siamo allenate insieme”.

La giapponese Yuki Naito ha stoppato la corsa della svizzera Simona Waltert, buon potenziale ma ancora troppi errori nel suo tennis. Molti i break e i controbreak in entrambi i set, con la giapponese che ancora una volta ha dimostrato di poter accelerare i ritmi quando il match lo richiede. Lo ha fatto nel primo set, dal 4-4 per il 6-4 e nel secondo quando sul 5-4 ha strappato il servizio alla rivale chiudendo i conti sul periodico 6-4.

Finale dal pronostico incerto, quella di oggi, nella quale la certezza è che ci sarà battaglia dal punto di vista agonistico, con un confronto tra il rovescio della Cocciaretto, colpo migliore dell’azzurra, e il diritto della Naito, fondamentale con il quale ha fatto spesso la differenza nel corso della sua settimana torinese. 

R,T,

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium