/ Calcio a 5

Calcio a 5 | 15 luglio 2019, 16:58

“È un errore grave lasciar giocare a calcio a cinque di fronte al Duomo di Pinerolo”

Italia Nostra punta il dito contro il torneo, che si è chiuso ieri, in difesa della piazza. Dal Comune rispondono: “Le date hanno messo d’accordo Diocesi, commercianti e organizzatori, non potevamo dire no”

“È un errore grave lasciar giocare a calcio a cinque di fronte al Duomo di Pinerolo”

“Un errore grave e una scelta inopportuna” così Italia Nostra bolla la scelta del Comune di consentire la disputa dell’ottavo torneo di Calcio a 5 in piazza del Duomo. L’evento, con la sua gabbia e il campo in erba sintetica, ha occupato buona parte della piazza da giovedì 11 a domenica 14. Anche l’anno scorso la manifestazione era finita al centro delle polemiche ed era stata annullata. Il problema partiva da un incidente diplomatico con il parroco Luigi Moine, perché la manifestazione si sovrapponeva a un matrimonio e don Moine aveva espresso la sua contrarietà: “Non sono contrario all’evento di per sé, chiedo solo che ci sia rispetto per le funzioni svolte nella Cattedrale” spiegava l’anno scorso.

Altre lamentele si erano levate dai commercianti per il caos che si creava. Il Comune aveva proposto un ventaglio di alternative e gli organizzatori di To Make Events avevano scelto largo Lequio, salvo poi annullarla per i costi eccessivi per la sicurezza imposti dal Decreto Gabrielli e il numero basso di iscritti per lo scarso appeal della location.

To Make Events aveva promesso che il Torneo del Duomo nel 2019 sarebbe tornato al suo posto originario e così è stato, anche se il Comune voleva dirottarli su una soluzione alternativa.

“La data ha messo d’accordo sia la Diocesi e il parroco, che i commercianti del centro – spiega il vicesindaco Francesca Costarelli –, avevamo anche fissato un numero minimo di squadre partecipanti per rilasciare il permesso ed è stato ampiamente superato”. Cosa ne pensa dunque della polemica di Italia Nostra che ha inviato un documento a tutti i capigruppo in Consiglio comunale per difendere la solennità del “salotto di Pinerolo”? “Personalmente non mi entusiasma una manifestazione di questo tipo in quella piazza e condivido le proteste di Italia Nostra – risponde Costarelli –. Abbiamo proposto diverse soluzioni, ma quando c’è l’accordo tra Diocesi, commercianti e organizzatori non possiamo dire di no. E che la manifestazione abbia un notevole interesse se si tiene proprio in piazza San Donato lo dimostra il numero delle iscrizioni”. Le squadre al via erano 16. E il prossimo anno si aprirà anche ai più piccoli, con un torneo baby.

Dal canto suo l'associazione ambientalista Italia Nostra, presieduta da Maurizio Trombotto, non demorde e spera che i consiglieri accolgano la sua proposta di redigere un regolamento sull’uso delle piazze cittadine che renda impossibile in futuro tenere una manifestazione di questo tipo davanti al Duomo.

Marco Bertello

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium