/ torinosportiva.it

torinosportiva.it | 18 luglio 2019, 18:00

Balletti Motorsport vincente al Ville Lucchesi

Si festeggia per la bella vittoria per la Porsche 911 RSR di Salvini eTagliaferri al rally toscano. Discreti gli esiti delle quattro vetture alla Cesana-Sestriere

Balletti Motorsport vincente al Ville Lucchesi

Con determinazione ed un passo deciso, Alberto Salvini e Davide Tagliaferri hanno portato alla vittoria la Porsche 911 RSR alla seconda edizione della Coppa Ville Lucchesi svoltasi sabato 13 scorso, regalando una nuova soddisfazione ed un altro alloro che va ad impreziosire il palmarès della Balletti Motorsport, oltre a quello dell'affiatato equipaggio toscano.

Con il rally lucchese c'era un conto aperto dallo scorso anno e fin dalla prima speciale Alberto e Davide, ben coadiuvati dal mezzo, hanno dimostrato di aver le carte in regola per regolarlo al meglio; sei prove su sette, vinte con un passo deciso e nemmeno un momentaneo problema ha mai messo in discussione la loro vittoria: un risultato che infonde fiducia e ottimismo in vista dei futuri impegni nel Campionato Italiano Rally Autostoriche. Soddisfacente è stata anche la prestazione della seconda 911 RSR, quella di Giampaolo Mantovani e Luigi Annoni tornati in gara dopo diverso tempo: per loro una gara senza problemi, condotta con l'obiettivo primario di vedere il traguardo: operazione riuscita ottenendo la nona prestazione assoluta, che è valsa loro la seconda posizione di classe oltre che di 2° Raggruppamento.

Quattro erano invece le vetture al via della cronoscalata Cesana - Sestriere valevole per il Campionato Italiano della specialità; il miglior risultato è stato conseguito dalla Porsche 911 RSR Gruppo 4 di Giuliano Palmieri, salito realizzando la quindicesima prestazione assoluta che gli è valsa la seconda posizione di classe proprio davanti al compagno di team Matteo Adragna, terzo anch'egli su una RSR Gruppo 4 con la quale ha staccato il ventiseiesimo tempo assoluto. Al traguardo anche la Porsche 911 SC del 3° Raggruppamento affidata per la prima volta a Mauro Piana che ha concluso settimo della sua classe. Poca fortuna per Massimo Perotto afflitto da ripetuti problemi elettrici sulla sua BMW M3 Gruppo A che ha comunque portato in ventiquattresima posizione finale.

J.M.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium