/ Toro

Toro | 01 agosto 2019, 20:30

Toro, poker europeo: 4-1 al Debrecen e qualificazione conquistata

Trasferta vittoriosa per gli uomini di Mazzarri che piegano la resistenza magiara grazie alle reti di Zaza, Izzo, Belotti e del giovanissimo Millico. Di Garba il sigillo ungherese. Prossimo turno contro lo Shakthtyor Soligorsk: in casa l'8 agosto e il ritorno in Bielorussia il 15.

Toro, poker europeo: 4-1 al Debrecen e qualificazione conquistata

Missione compiuta per il Toro di Walter Mazzarri. Allo stadio Nagyerdei di Debrecen i granata liquidano agevolmente i padroni di casa. Zaza, Izzo, Belotti e il giovanissimo Millico firmano il 4-1 sugli uomini di András Herczeg capaci però, rispetto allo 0-3 subito sette giorni fa ad Alessandria, di andare a segno con il nigeriano Garba.

Un successo netto e mai in dubbio quello del team granata (quest'oggi in elegante completo blu), assoluto padrone del match per tutta la sua durata: una prova convincente in vista del prossimo e probabilmente più impegnativo turno contro lo Shakthtyor Soligorsk (andata in casa l'8 agosto, il ritorno in Bielorussia il 15).

Buone notizie per Mazzarri, dunque, che può sorridere per quanto mostrato dai suoi: Zaza su tutti, mvp del match.

LA PARTITA

Venticinque minuti per il vantaggio granata, è Zaza a sbloccare la contesa: servito da Meitè, l'attaccante numero 11 (che in precedenza aveva già sfiorato il gol, fermato solo da un salvataggio sulla linea avversaria) con un paio di finte si beve mezza difesa ungherese e con il sinistro batte Nagy. Al 32' il raddoppio: azione manovrata conclusa con un traversone nel cuore dell'area di rigore da parte di Ansaldi, che Izzo appoggia in rete. Tutto fin troppo facile.

Prima dell'intervallo, al 39', occasione per il tris con Zaza che prova un pallonetto dalla distanza: sfera fuori, ma non di molto. Al 42' squillo locale: Varga serve Garba che, ostacolato da N'kolou, mette fuori da buona posizione. Al 45' cambio obbligato per il Torino: Baselli accusa un problema muscolare, dentro al suo posto Rincon. Si va al riposo sul risultato di 2-0 per la compagine piemontese.

In avvio di ripresa, ormai priva di particolari pensieri, la squadra di casa sfiora il gol al 49' trovando una grande risposta di Sirigu su Trujic. È il preludio alla rete di Garba che giunge due minuti dopo grazie ad un colpo di testa da posizione ravvicinata. La marcatura della bandiera placa la reazione dei magiari, a questo punto il Toro saggiamente si limita ad amministrare ma non disdegna di affondare il colpo e così, al 69', c'è gloria anche per Belotti servito da uno Zaza in versione incontenibile.

La gara si trascina verso le battute finali con Zaza e il giovane Millico (subentrato al 75' al posto di Belotti) che provano a porre il sigillo finale: al 90' ci riesce l'attaccante classe 2000, che si regala così una grandissima soddisfazione trovando il gol all'esordio in Europa. Per lui, come per la nutrita schiera di tifosi giunti in Ungheria per sostenere il Vecchio Cuore Granata, una trasferta da ricordare.

Roberto Vassallo

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium