/ Calcio

Calcio | 22 agosto 2019, 14:00

ALLENARE A 30 ANNI IN PROMOZIONE - L'avventura di Diego Melchionda, prof di matematica

Alla prima uscita 4-1 contro l'Atletico Racconigi: squadra giovane per l'ex centrocampista

Diego Melchionda (Pancalieri Castagnole)

Diego Melchionda (Pancalieri Castagnole)

PROMOZIONE

E' iniziata da qualche giorno l'avventura sulla panchina della prima squadra del Pancalieri Castagnole per il 30enne Diego Melchionda. Ieri giocatore e centrocampista nel calcio piemontese, oggi allenatore con il patentino Uefa B. E soprattutto, nella vita, professore di matematica in un liceo torinese.

Allenare a 30 anni in Promozione? Si può. Il Pancalieri non ha azzardato proprio nulla, perchè Melchionda è un vero appassionato di calcio, di tattica, di formazione quotidiana e di schemi. Ama alla follia la filosofia calcistica di Sarri, ha studiato la sua fase difensiva e il possesso palla delle sue squadre anche dal vivo, continuerà a farlo ora che proprio Sarri ha spostato il suo epicentro a Vinovo con la sua Juventus. Inoltre uno dei maestri di Melchionda è Silvio Viale, attuale direttore sportivo del "Panca" e stimato mister del calcio piemontese: un allenatore che guarda partite di tutte le categorie, che sogna schemi ed esperimenti la notte, che compra e studia libri di tattica.

Ma oggi è un'altra storia. Melchionda e il giovane Pancalieri Castagnole: la prima uscita è un 4-1 in amichevole all'Atletico Racconigi, a segno con bomber Trapani, a cui hanno risposto l'ex Chisola Deasti, Forneris e Dalmolin.

Ai nostri microfoni ecco Melchionda, che mentre giocava ha già vinto due campionati coi provinciali (uno da allenatore degli Allievi e uno nella Juniores): "Entusiasmo, tantissimo entusiasmo...Inizia così per me questa avventura. La squadra è giovane e forse questo mi permetterà di essere seguito ancor di più dai ragazzi, che conosco bene. Alcuni di loro sono i nostri '96 cresciuti nel vivaio. Punteremo a far sì che diventino i nuovi pilastri dopo gli addii di Cambria, Cedro e Murano, tre giocatori rappresentativi. Uno dei giocatori più esperti sarà invece Giacomo Lupano. In questo momento dedico davvero molto tempo a questa attività e lo faccio con cuore e passione. Non nego che sogno di scalare le categorie e di diventare un allenatore nel professionismo. E' un sogno, come quello di diventare professore di matematica...e quello si è realizzato".

A proposito, si può applicare la matematica ad una scienza inesatta come il pallone? Melchionda: "Per me sì. Abbiamo creato una sinergia molto forte con i miei due fratelli. Uno è il mio vice, l'altro filma le partite. Insieme studiamo le sequenze, estrapoliamo i dati, li analizziamo, li convertiamo in pratica sul campo. Insieme esprimiamo anche pareri sugli avversari e cerchiamo di fare un lavoro molto professionale seppur nel dilettantismo, con mezzi e risorse a disposizione. Questo è utile a dare un senso a quello che facciamo ma è allo stesso tempo bello perchè rafforza il nostro rapporto di fratelli molto uniti. Ripeto, l'entusiasmo e la passione sono la nostra benzina. La formazione per me è tutto, studio e continuerò a studiare calcio senza sosta. Ringrazio il Pancalieri Castagnole per la fiducia nei miei confronti. E' difficile pensare ad un allenatore di 30 anni in Eccellenza o Promozione, forse anche in Prima Categoria. Penso di essere uno dei pochi e voglio giocarmi tutte le mie carte nel migliore dei modi. La prima amichevole è andata molto bene e ora c'è solo da lavorare. Vogliamo salvare la categoria, divertirci e, perchè no, stupire con i nostri giovani...".

 

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium