/ Juve

Juve | 01 settembre 2019, 18:00

Juventus Under 23, finale thrilling anche ad Alessandria: vince la Robur Siena 2-3 in pieno recupero

Decisivi i minuti di recupero, proprio come nella sfida dell'Allianz Stadium. Un 2-3 amaro per i bianconeri che dopo aver recuperato le due reti di svantaggio concedono in pieno recupero un calcio di rigore che Guberti trasforma consegnando una vittoria in extremis al Siena.

Juventus Under 23, finale thrilling anche ad Alessandria: vince la Robur Siena 2-3 in pieno recupero

Dopo il finale thrilling dell’Allianz Stadium di ieri sera, anche questo pomeriggio non sono mancati i colpi di scena nel finale. Vince la Robur Siena, con uno spettacolare 2-3, deciso soltanto nel finale grazie alla trasformazione dal dischetto di Stefano Guberti, vecchia conoscenza anche della nostra serie A. Non è positivo, da un punto di vista di risultato, l’esordio casalingo di questa stagione della Juventus Under 23, ma mister Pecchia sarà sicuramente uscito da questo match con tante indicazioni, non soltanto negative. Allo Stadio Comunale “Giuseppe Moccagatta” si è vista una formazione bianconera a due facce: poco precisa e sterile nella prima metà di gara, più incisiva e pericolosa nella ripresa. Dopo lo 0-2 dei primi 45’ l’incontro sembrava essersi incanalato in una direzione, quella della compagine toscana, ma i cambi effettuati da mister Pecchia durante la seconda frazione di gara e il passaggio dal 4-3-1-2 iniziale al 4-2-3-1 ha portato i suoi frutti. I torinesi si sono dimostrati più pericolosi e più incisivi negli ultimi 16 metri e sono stati artefici di una grande rimonta, conclusasi proprio al 90’ con una rovesciata stratosferica di Mota Carvalho, il migliore in campo tra le fila bianconere. Il match di ieri tra Juventus e Napoli, però, ci ha insegnato tanto, in primis che le partite finiscono soltanto quando l’arbitro fischia tre volte. Durante i cinque minuti di recupero, infatti, succede l’imponderabile: Frabotta, subentrato a inizio ripresa al posto di Di Pardo si perde la marcatura e frana su un avversario in area di rigore, al 92’: rigore ed espulsione per il numero 24 bianconero. Tiro dal dischetto trasformato senza problemi da Guberti che spiazza Loria e regala tre punti d’oro al Siena che, a tratti, ha dimostrato di essere una buona squadra, sotto l’aspetto fisico e tattico.

CRONACA

La prima possibile occasione da gol del match arriva al 7’ ed è per la Robur Siena: la punizione invitante dal limite dell’area di Arrigoni si spegne, però, senza successo sulla barriera. Al quarto d’ora arriva, poi, la prima conclusione dei bianconeri. Dopo gli sviluppi di un calcio piazzato battuto da Clemenza la palla, dopo un colpo di testa a liberare l’area di rigore senese, arriva sui piedi di Muratore che stoppa e prova la conclusione di potenza che, però, si spegne ampiamente alta sopra la porta difesa da Confente. È l’equilibrio a regnare sovrano in questo primo tempo. Al 25’, però, è la Robur Siena che sblocca il punteggio e lo fa con il numero 18, Polidori, abile a farsi trovare libero al centro dell’area di rigore e a insaccare di testa il pallone alle spalle di Loria, 0-1. Le emozioni scarseggiano, ma al 37’ è ancora una volta la compagine guidata da Dal Canto a rendersi pericolosa con una conclusione dai 16 metri di Da Silva, ben disinnescata da Loria che si rifugia in corner. I toscani, però, sembrano più nella partita rispetto a Muratore e compagni e al 39’ arriva anche la rete del raddoppio sull’asse Serrotti-Cesarini: il primo confeziona un filtrante perfetto per il numero 10 che dal centro dell’area di rigore batte con un mancino a giro l’incolpevole estremo difensore juventino, 0-2. Si chiude con questo risultato la prima frazione di gara. 

La formazione bianconera entra in campo nel secondo tempo con un altro piglio, grazie anche ai tre cambi messi a segno a inizio ripresa (Zanimacchia per Muratore, Olivieri per Portanova e Frabotta per Di Pardo). Al 6’ arriva, infatti, la rete bianconera che accorcia le distanze: il neo entrato Zanimacchia offre un perfetto pallone dalla corsia di destra e per Mota Carvalho è un gioco da ragazzi insaccare alle spalle di Confente, 1-2. La Juventus Under 23 sembra proprio aver cambiato marcia in questa ripresa e al 14’ sfiora la rete del pareggio ancora una volta con Mota Carvalho che, con una potente conclusione sfiora l’esterno della rete illudendo tutti gli spettatori presenti al “Giuseppe Moccagatta”. Dal Canto si accorge del calo fisico e mentale dei suoi giocatori e dopo la nitida occasione da gol capitata sui piedi di Carvalho inserisce Vassallo al posto di Serrotti. La squadra di Pecchia è alla continua ricerca del pareggio e al 68’ viene inserito Rafia e i bianconeri passano da un iniziale 4-3-1-2 a un più offensivo 4-2-3-1, con Zanimacchia, Rafia e Olivieri dietro Mota Carvalho. Al 73’ minuto arriva un’altra occasione per la Juve: Toure si inventa un filtrante alto che taglia fuori tutta la difesa senese e pesca in profondità Olivieri che, però, non è lucido e ottiene soltanto un corner. Dopo Di Pardo a inizio ripresa mister Pecchia decide di cambiare anche sulla corsia di destra e inserisce Frederiksen al posto di Beruatto e arretra Zanimacchia sulla linea difensiva. All’86’ la formazione bianconera ha la possibilità di pareggiare i conti con una punizione dal limite dell’area da parte di Clemenza, ma Confente si fa trovare pronto e si allunga sulla sua sinistra. A un minuto dal novantesimo Zanimacchia sfonda ancora una volta sulla destra e offre un rasoterra perfetto all’altezza del dischetto del rigore, ma Olivieri liscia la sfera e Mota Carvalho non riesce a essere incisivo. Non passa neanche un minuto e lo stesso numero 9 bianconero, dal nulla, si inventa una rovesciata straordinaria e beffa sul tempo l’estremo difensore toscano, 2-2. Esplode di gioia il pubblico di fede juventina presente sugli spalti. Le emozioni non finiscono qui e durante il secondo dei cinque minuti di recupero concessi dal direttore di gara Frabotta frana su un avversario e concede un tiro dagli undici metri e l’uomo in più alla Robur Siena che con Stefano Guberti segna la rete del definitivo 2-3. 

TABELLINO

JUVENTUS UNDER 23  2   

ROBUR SIENA                3              

Juventus Under 23 (4-3-1-2): Loria, Di Pardo (46’ Frabotta), Delli Carri, Coccolo, Beruatto (73’ Frederiksen), Clemenza, Muratore (46’ Zanimacchia), Toure, Portanova (46’ Olivieri), Lanini (68’ Rafia), Mota Carvalho. Allenatore: Pecchia. A disposizione: Nocchi, Siano, Oliveira Rosa, Peeters, Mule, Nicolussi Caviglia, Gerbi.

Robur Siena (4-3-1-2): Confente, Setola, Varga (84’ Romagnoli), D’Ambrosio (C), Migliorelli, Arrigoni, Gerli, Da Silva (76’ Guberti), Serrotti (59’ Vassallo), Cesarini (84’ Bentivoglio), Polidori (84’ Guidone). Allenatore: Dal Canto. A disposizione: Ferrari, Petrucci, De Santis, Ortolini, D’Auria, Andreoli.

Reti: 25’ Polidori (Robur Siena), 39’ Cesarini (Robur Siena), 51’ Mota Carvalho (Juventus Under 23), 90' Mota Carvalho (Juventus Under 23), 93' Guberti (rig. Robur Siena).

Arbitro: Santoro di Messina.

Ammoniti: 75’ Coccolo (Juventus Under 23).

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium