/ Altri sport

Altri sport | 09 settembre 2019, 06:04

Simone Verdi al Torino: caratteristiche tecniche

Rapido, ottima tecnica e incredibile abilità nel tiro sia di destro che di sinistro, l’esterno offensivo sarà un’arma in più per l’attacco granata

Simone Verdi al Torino: caratteristiche tecniche

Simone Verdi è un nuovo giocatore del Torino. Tra le ultimissime notizie del calcio Napoli, il calciatore si è trasferito dal Napoli ai granata per circa 23 milioni di euro: 3 di prestito oneroso più altri 20 che verranno versati nelle casse azzurre nella prossima stagione per l’obbligo di riscatto. Simone Verdi diventa così l’acquisto più costoso della storia del Torino.

Rapido, ottima tecnica e incredibile abilità nel tiro sia di destro che di sinistro, l’esterno offensivo sarà un’arma in più per l’attacco granata, nonché un asso nella manica per i calci di punizione, la sua specialità.

Perché la cessione di Verdi?

Simone Verdi non ha sicuramente avuto la fortuna che sperava al Napoli: 22 presenze e solo 3 gol nella sua unica stagione in azzurro. Un’annata certamente condizionata da una serie di infortuni, in particolare il guaio muscolare che a partire dallo scorso dicembre lo ha tenuto fuori 2 mesi.

La sua carriera, prima di approdare in azzurro, era infatti ben diversa: da promessa del settore giovanile del Milan, ha raggiunto il massimo rendimento nelle due stagioni al Bologna segnando 16 gol e collezionando numerose ottime prestazioni. Non è un caso se nella sua ultima stagione in rossoblù, sia sempre stato schierato titolare in Serie A in tutte le sue 34 presenze. Gli infortuni muscolari (considerando anche un affaticamento ad aprile) potrebbero essere un motivo che ha spinto il Napoli a privarsi dell’ala, ma anche e soprattutto la possibilità di fare cassa considerando la corposa offerta del Torino.

Un altro motivo potrebbe essere quello tecnico. Carlo Ancelotti non ha ritenuto soddisfacente il rendimento di Simone Verdi nella scorsa stagione e ha preferito puntare su Callejon sulla fascia destra. Mentre a sinistra, altra zona di campo che Verdi padroneggia, ha richiesto l’acquisto di Hirving Lozano.

Per Walter Mazzarri non ci sarà che l’imbarazzo della scelta in avanti dunque. Con Verdi si aggiunge un altro esterno molto dotato tecnicamente oltre ai già in rosa Iago Falque e Berenguer, autore del gol vittoria in campionato contro l’Atalanta.

Il precedente col Torino

Non solo Simone Verdi. Proprio il Torino soffiò due estati fa Alex Berenguer al Napoli, quando sembrava ormai tutto fatto per lo spagnolo in azzurro. Lo stesso Berenguer che adesso si contenderà il posto con Simone Verdi, che non è il primo affare concluso tra Napoli e Torino. Nell’estate del 2016 fu Nikola Maksimovic a passare in prestito dai granata agli azzurri. Il giocatore venne poi acquistato a titolo definitivo un anno dopo per 20 milioni per un totale di 25 (compresi i 5 di prestito). Poca fortuna anche per lui alla corte di Maurizio Sarri. Soltanto 16 presenze e 1 gol in 2 stagioni, di cui la seconda conclusasi a dicembre per il suo passaggio in prestito ai russi dello Spartak Mosca, con i quali però gioca solo 11 partite.

Tornato al Napoli, Ancelotti gli concede maggiore spazio facendolo giocare in 28 gare stagionali, che convincono il tecnico di Reggiolo a tenere l’ex Torino in rosa. Si spera che, come per Maksimovic passato dal Torino al Napoli, anche per Verdi la scorsa stagione sia stata una fase transitoria che porterà l’ex Bologna a ritrovare le sue doti, i suoi gol e la sua continuità.



ip

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium