/ Calcio

Calcio | 09 settembre 2019, 08:00

"UN GOL PER TE, SARAI SEMPRE CON ME" - Gaetano Cori, dedica al fratello scomparso a 31 anni

Emozionante momento in occasione della ripartenza dei campionati 2019/2020

La dedica di Gaetano Cori per il fratello Giovanni, scomparso a luglio 2019 a 31 anni

La dedica di Gaetano Cori per il fratello Giovanni, scomparso a luglio 2019 a 31 anni

"Questo gol è per te fratello Giò...sarai sempre con me". Si apre con una stupenda dedica la prima giornata dei campionati 2019/2020. Una scritta su una maglietta che qualcuno ha sicuramente visto da lassù...

L'emozione è tutta per Gaetano Cori, che ha perso suo fratello Giovanni a fine luglio per un malore, fatale e improvviso, dopo una partitella tra amici. Aveva 31 anni. Sui campi piemontesi era un vero "bomber" e aveva giocato in Asti, Spartak, Canelli, Pro Villafranca...Una notizia che nessuno avrebbe mai voluto dare, nè scrivere, nè raccontare.

Nel 3-2 di ieri della Nuova Astigiana Gaetano, che ha sempre condiviso la passione per il calcio con Giovanni, aveva già la maglietta pronta. Ha detto ai nostri microfofoni: "Mi sembra ancora tutto incredibile. Io però so che Giovanni è con me sempre e l'ho voluto scrivere dedicando il primo gol a lui, a mia nipote Rebecca, a papà, mamma e sorella. Erano tutti in tribuna, mentre mio fratello guardava la partita da lassù...Per me è stata un'emozione indescrivibile. Sul campo abbiamo spesso giocato assieme, mi sembra ancora di cercarlo per un passaggio o per mandarlo in porta...Lo sento vicino, è e sarà sempre con me".

L'ammonizione presa per essersi tolto la maglietta (incomprensibile, esiste anche il "buon senso" da parte degli arbitri) è stato il cartellino giallo più indolore di sempre. Poi Gaetano ha segnato un secondo gol: "A quel punto mi sono ricordato dell'ammonizione e mi sono bloccato nell'esultanza, perchè avrei rischiato l'espulsione in un giorno particolare, ma la dedica è sempre per mio fratello. Insieme tifavamo con grandissima passione per il Catania. Abbiamo condiviso esperienze, racconti, storie di vita, famiglia, amici e pallone. Per me è un momento difficile, ma il calcio in questo mi sta aiutando. Mi fa pensare che mio fratello non se ne sia mai andato. E' un bomber ancora adesso, mi aiuterà a divertirmi da lassù...Ieri è stata una domenica speciale".

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium