/ Juve

Juve | 14 settembre 2019, 17:31

Juve, brutta prestazione a Firenze

Solo un sofferto 0-0 al Franchi. I bianconeri perdono, in chiave Champions, Douglas Costa e Pjanic per infortunio. Non dovrebbero destare preoccupazione le condizioni di Danilo, anch'egli uscito anzitempo: per lui solo crampi?

Juve, brutta prestazione a Firenze

Dal nostro inviato

Sicuramente quella di oggi è stata la più brutta Juve dall'inizio della stagione. La squadra di Sarri (alla prima panchina ufficiale in bianconero, dopo la polmonite), non va oltre lo 0-0, ma per Bonucci e compagni si tratta di un punto guadagnato più che di due persi. I campioni d'Italia, infatti, non si sono praticamente mai affacciati dalle parti della porta viola, complici anche i due infortuni del primo tempo di Douglas Costa, dopo 10', e di Pjanic allo scadere del primo tempo, e un caldo asfissiante che non ha dato tregua alle due squadre.

La Juventus è apparsa in netta difficoltà fisica e con poche idee di gioco. Non un ottimo biglietto da visita, quindi, in vista del match del Wanda Metropolitano in programma per mercoledì sera. Servirà ricaricare le pile per trovare le giuste energie mentali e fisiche. Ancora una volta la ripresa del campionato dopo la pausa delle Nazionali non sorride ai bianconeri.

Bene la Fiorentina che ottiene il suo primo punto in campionato dopo una prestazione estremamente positiva, soprattutto sotto l'aspetto fisico. Da sette in pagella la prova di Gaetano Castrovilli. Con più lucidità negli ultimi 16 metri la squadra di Montella potrà dire la sua in questa stagione.

CRONACA

Il primo tempo del Franchi regala poche, pochissime emozioni. Si chiudono con uno scialbo 0-0 i primi 45' di match. Né i padroni di casa, né la Juventus riescono a creare occasioni nitide da trasformare in gol.

Tra le fila bianconere due note negative per mister Sarri in vista dell'esordio in Champions League di mercoledì contro l'Atletico Madrid: gli infortuni muscolari prima di Douglas Costa, sostituito da Bernardeschi, e poi di Pjanic, rimpiazzato da Bentancur.

Poche, come detto, le emozioni: il caldo è stato padrone in questo primo tempo. A partire meglio è stata la Juventus che al 12' ha avuto l'occasione per passare in vantaggio: la punizione dai 20 metri, circa, di Ronaldo si è stampata sulla barriera senza trovare successo.

Dopo questo pericolo scampato Pezzella e compagni hanno preso coraggio e con un pressing a tutto campo sono andati vicini due volte al vantaggio sfruttando due gravi indecisioni di Szczesny, la prima dettata da troppa sufficienza e la seconda frutto di un maldestro retropassaggio di De Ligt.

Prova a brillare la stella viola, Franck Ribery, ma eccezion fatta per una debole conclusione parata dall'estremo difensore bianconero non riesce a fare la differenza. A finire meglio la prima frazione è la Fiorentina che con un colpo di testa di Dalbert, servito dallo stesso Ribery, prova a beffare in tuffo sul primo palo il portiere polacco.

Non cambia la musica nel secondo tempo. La Juventus, come spesso le è capitato in questi ultimi anni, sembra patire la ripresa del campionato dopo la sosta e anche oggi non sembra essere in grado di cambiare marcia e imprimere un ritmo più alto al gioco. Al 62' Sarri è anche costretto a operare il terzo cambio forzato della gara: Danilo chiede il cambio a causa dei crampi e al suo posto entra Cuadrado.

Bianconeri che non cambiano il modulo di partenza, ma soltanto gli interpreti. La Fiorentina prova a cavalcare questa situazione favorevole, ma negli ultimi 16 metri è molto imprecisa. Un mancino rasoterra di Dalbert, uno dei migliori tra le fila viola insieme a Castrovilli (migliore in campo quest'ultimo), un tiro da fuori area di Chiesa e un colpo di testa di Milenkovic su calcio d'angolo illudono il popolo viola di vedere la prima vittoria in campionato (e al Franchi) della stagione, ma la Juventus con intelligenza non si sbilancia e difende il pari.

FIORENTINA  0 - JUVENTUS     0

Fiorentina (3-5-2): Dragowski, Milenkovic, Pezzella (C) (83' Ceccherini), Caceres, Lirola, Castrovilli (89' Zurkowski), Badelj, Pulgar, Dalbert, Ribery (69' Boateng), Chiesa. Allenatore: Montella.

A disposizione: Terracciano, Ranieri, Sottil, Cristoforo, Ghezzal, Montiel, Venuti, Vlahovic, Terzic.

Juventus (4-3-3): Szczesny, Danilo (62' Cuadrado), Bonucci (C), De Ligt, Alex Sandro, Khedira, Pjanic (44' Bentancur), Matuidi, Douglas Costa (8' Bernardeschi), Higuain, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri.

A disposizione: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, Emre Can, Ramsey, Rabiot, Dybala.

Arbitro:  Irrati della sezione di Pistoia

Ammoniti: 10' Caceres (Fiorentina), 14' Pjanic (Juventus), 36' Chiesa (Fiorentina), 46' De Ligt (Juventus), 77' Castrovilli (Fiorentina), 82' Bentancur (Juventus).

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium