/ FACEBOOK

| 23 settembre 2019, 07:00

Europei di nuoto per salvamento, nuove medaglie per gli atleti piemontesi

Oggi e martedì si svolgeranno le prove oceaniche

Federico Gilardi

Federico Gilardi

Continua a suon di medaglie il Campionato Europeo di nuoto per salvamento della nazionale italiana, che ieri nella terza e ultima giornata di gare in vasca - domani scatterà il programma delle prove oceaniche - ha nuovamente recitato un ruolo da protagonista.

Tra le soddisfazioni azzurre ci sono quelle degli atleti piemontesi impegnati nella manifestazione, anche oggi in grande evidenza. Su tutti Federico Gilardi, torinese classe 1991 tesserato per Fiamme Oro e Rari Nantes Torino, da diverse stagioni tra i migliori al mondo nella disciplina. Dopo il titolo di ieri nei 200 ostacoli Federico ha ottenuto oggi quello dei 200 super lifesaver, prova di cui è campione del mondo ed europeo in carica e di cui è anche primatista mondiale.

Ieri è arrivato a meno di mezzo secondo dal suo record, vincendo in 2’04’’72 davanti a Daniele Sanna (2’08’’38) e al tedesco Joshua Perling (2’10’’55). La seconda medaglia d’oro piemontese - per quanto riguarda le gare assolute - è arrivata al termine della 4x50 mista femminile, aperta da Francesca Cristetti (Rari Nantes Torino) e completata da Lucrezia Fabretti, Silvia Meschiari e Federica Volpini. Il quartetto azzurro ha chiuso in 1’39’’58 e preceduto sul podio Francia (1’41’’15) e Germania (1’41’’85).

 

Passando alle gare Youth, in apertura di programma pomeridiano è salito sul podio Andrea Vivalda (Sa-Fa 2000 Torino), argento nei 100 manichino pinne con il tempo di 47’’12. Il giovane atleta torinese si è arreso soltanto al tedesco - primatista mondiale Youth - Marco Hetfeld (45’’97, a un solo centesimo dal suo primato). Terza posizione per l’altro azzuro Davide Belcastro (48’’32). Nei 200 super lifesaver è stata Francesca Pasquino (Nuotatori Canavesani) ad assicurarsi la medaglia d’argento, nuotando in 2’32’’30 e chiudendo alle spalle della belga Bo Van Den Plas (2’31’’25). A completare il podio è stata l’altra azzurra Livia Elisa Fiori (2’32’’82).

Senza medaglie nei 50 manichino, gli azzurrini hanno nuovamente brillato nelle staffette. Andrea Vivalda e Mattia Faccinti (Sa-Fa 2000 Torino), Alessandro Marchetti e Giovanni Caserta hanno conquistato il titolo continentale della 4x25 manichino fermando il cronometro sull’1’12’’22, davanti a Germania e Polonia. Nella stessa gara terza piazza per Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani), Livia Elisa Fiori, Helene Giovanelli e Francesca Pasquino (Nuotatori Canavesani), che hanno completato la staffetta in 1’26’’13 a un solo decimo dall’argento, andato alla Spagna. Campione d’Europa Youth è il quartetto della Germania, con il record mondiale giovanile di 1’24’’93.

 

Francesca e Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani), insieme alle compagne Helena Giovanelli e Alessia Cappai, si sono aggiudicate il titolo della 4x50 mista in 1’42’’12, precedendo sul podio Germania (1’43’’90) e Francia (1’45’’58). Stesso discorso per Giovanni Caserta, Andrea Vivalda (Sa-Fa 2000 Torino), Alessandro Marchetti e Davide Belcastro, campioni in 1’31’’11 davanti a Germania (1’32’’88) e Francia (1’33’’12). 

Tra gli atleti piemontesi approdati in finale nelle rispettiva specialità ci sono Valentina Pasquino (Nuotatori Canavesani), quinta nei 100 manichino pinne Youth in 57’’01, Mattia Faccinti (Sa-Fa 2000 Torino), quinto nei 50 manichino Youth in 32’’30, Francesca Cristetti (Rari Nantes Torino), settima nei 50 manichino in 36’’03 e quinta con la 4x25 manichino.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium