Calcio - 28 settembre 2019, 09:00

Juve, con la Spal la prima di tre gare determinanti prima della sosta per le Nazionali

Vincere per arrivare a domenica prossima o con pochi punti di distacco, o a pari punti o avanti di un punto. Questo è l'obiettivo della Juventus in vista del derby d'Italia in programma per il 6 ottobre alle 20.45.

Juve, con la Spal la prima di tre gare determinanti prima della sosta per le Nazionali

Continua il tour de force e continuerà ancora per una settimana. Saranno giorni di fuoco, molto intensi in casa Juventus perché due delle tre sfide in programma non saranno decisive, ma sicuramente avranno un’importanza molto elevata. Andiamo con ordine: la prima delle tre sarà quella più facilmente affrontabile, almeno sulla carta. Questo pomeriggio, alle ore 15.00, la Spal farà visita ai campioni d’Italia. Vincere diventerà determinante per arrivare con il morale alto ad affrontare il Bayer Leverkusen, tra le mura amiche, nella seconda giornata della fase a gironi della Champions League e, soprattutto, per arrivare carichi al super derby d’Italia in programma per domenica 6 ottobre alle ore 20.45 a San Siro. Ferraresi che arriveranno all’Allianz Stadium con il dente avvelenato dopo il brutto passo falso di qualche giorno fa in casa contro il Lecce di Liverani. Una sconfitta che non è piaciuta all’ambiente e che in Emilia ci si augura che non abbia ripercussioni sotto l’aspetto mentale nella testa dei giocatori. Analizzando l’incontro che attende i ragazzi di mister Maurizio Sarri questo pomeriggio salta subito all’occhio l’emergenza terzini che ha colpito i bianconeri. Danilo e De Sciglio sono fermi ai box per infortunio e Alex Sandro è volato in Brasile per un lutto familiare. Il tecnico toscano, però, ha deciso di affidarsi ancora una volta al 4-3-1-2 e come esterni di difesa ha scelto Cuadrado per la corsia di destra (non nuovo a questo ruolo) e Matuidi per quella di sinistra. In questo inizio di stagione il numero 14 bianconero sembra imprescindibile per gli equilibri (momentaneamente) precari del gioco di Sarri e in un momento di massima emergenza vestirà i panni del terzino e proverà a rendersi utile per la causa. Una nota positiva, però, c’è: il rientro di Ronaldo dopo il fastidio all’adduttore che l’aveva costretto a restare a Torino martedì sera in vista della trasferta di Brescia. La probabile formazione dovrebbe essere leggermente differente rispetto a quella che ha affrontato i lombardi nel turno infrasettimanale, con le novità Buffon in vantaggio su Szczesny per la porta, Cuadrado e Matuidi sulle corsie esterne di difesa, viste le numerose assenze degli interpreti naturali di questo ruolo, Khedira al posto di Rabiot, Ramsey arretrato come mezz’ala per lasciare spazio a Bernardeschi alle spalle di Ronaldo e Higuain. Da non sottovalutare, però, anche l’opzione di vedere Emre Can adattato a terzino, Matuidi nel suo consueto ruolo di mezz’ala e Ramsey ad agire alle spalle delle due punte. Dybala, dopo le due convincenti prestazioni contro Hellas Verona e Brescia, dovrebbe partire dalla panchina per essere titolare contro il Bayer Leverkusen. Passando alle curiosità, la Juventus è imbattuta in casa contro la Spal in serie A. I bianconeri, però, hanno perso l’ultima sfida contro gli emiliani, quella a Ferrara nella gara di ritorno della scorsa stagione. La Vecchia Signora è imbattuta in casa da 23 incontri consecutivi (19 vittorie e 4 pareggi) e si tratta della seconda serie interna in corso più lunga dopo quella del Liverpool (43 risultati utili) nei maggiori 5 campionati europei. Torinesi che, però, non hanno ottenuto il successo negli ultimi due match disputati prima di un appuntamento di Champions League (un pareggio e una sconfitta, quest’ultima proprio contro la Spal nell’aprile 2019). Le prime reti di Sergio Floccari in serie A sono arrivate proprio contro la Juventus nell’aprile 2006 quando vestiva la maglia del Messina. Nella passata stagione è stato proprio lui a segnare una delle due marcature nel match contro i bianconeri. Queste le probabili scelte dei due allenatori. Juventus (4-3-1-2): Buffon; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Matuidi; Khedira, Pjanic, Ramsey; Bernardeschi; Ronaldo, Higuain. Spal (3-5-2): Berisha; Cionek, Vicari, Tomovic; Sala, Murgia, Valdifiori, Missiroli, Reca; Petagna, Floccari.

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU