Calcio - 28 settembre 2019, 17:34

Juve, minimo sforzo massimo risultato. Con la Spal finisce 2-0

Un gol capolavoro di Pjanic nei primi 45' e uno di Ronaldo nella seconda frazione regalano tre punti in più alla Juventus che si prepara, così, a un'importante settimana dove andrà ad affrontare prima il Bayer Leverkusen e poi l'Inter.

Juve, minimo sforzo massimo risultato. Con la Spal finisce 2-0

Terza vittoria consecutiva per la Juventus che all'Allianz Stadium si impone per 2-0 sulla Spal e di nuovo per qualche ora torna in testa alla classifica, in attesa del match dell'Inter impegnata a Marassi contro la Sampdoria. Un successo importante, soprattutto per il morale e la classifica. Di Pjanic e Ronaldo, una nel primo tempo e una nel secondo, le reti che valgono tre punti in più in classifica.

È stato un match giocato su ritmi molto bassi e portato a casa dai bianconeri con uno sforzo minimo. Vincere aiuta a vincere e sicuramente per Bonucci e compagni aver portato a casa 9 punti in una settimana sarà fondamentale per affrontare con la giusta fame e le giuste motivazioni le ultime due partite prima della sosta per le Nazionali.

I ragazzi di Sarri martedì sera scenderanno in campo, nuovamente tra le mura amiche, contro il Bayer Leverkusen nella gara valevole per la seconda giornata della Champions League e nel posticipo di domenica sera saranno attesi dalla trasferta milanese contro l'Inter per il derby d'Italia e sarà sicuramente uno scontro di altissima classifica. Due impegni da affrontare al meglio prima di una sosta che servirà ad alcuni giocatori, quelli non impegnati con le Nazionali, per rifiatare e trovare maggiore confidenza con i dettami tattici dell'allenatore toscano. 

CRONACA

Poche, pochissime emozioni nel primo tempo dell'Allianz Stadium. Ritmi bassi e tanti errori in fase di impostazione, da una parte e dall'altra. La Juve cerca di imporre il proprio gioco, ma con scarsi risultati. L'emozione più grande dei primi 30' è un colpo di testa di Khedira che sfila di poco a lato alla destra di Berisha. Al 34' arriva il primo vero pericolo per i ferraresi: Dybala riceve palla sul versante di sinistra, si accentra e prova il tiro a giro in diagonale, ma non ha fatto i conti con un super Berisha.

Passano meno di 10' ed è ancora una volta l'estremo difensore spallino il protagonista assoluto. Ronaldo pennella per Ramsey che a due metri dalla porta deve solo spingerla dentro di testa, ma in caduta il portiere albanese gli nega la gioia della rete imponendosi con i piedi. Il vantaggio juventino, però, arriva a pochissimi secondi dallo scadere della prima frazione: Pjanic viene servito al limite dell'area da Khedira e con un destro chirurgico piazza la sfera sotto il sette alla destra di un incolpevole Berisha.

Il secondo tempo non vive di grandi emozioni. La Juve pensa più a gestire il vantaggio acquisito e le energie in vista della sfida di martedì sera contro il Bayer Leverkusen. Il primo brivido per la Spal arriva al 54': Ronaldo si mette in proprio e lascia partire un cross con il contagiri per Khedira che, però, si vede negare la gioia del gol da uno strepitoso Berisha, migliore in campo in assoluto tra i ferraresi.

Al 67' e al 68' la Juve ha altre due concrete opportunità per raddoppiare, ma è ancora una volta il custode della porta spallina a mettersi in mostra, prima su Dybala e poi su Ronaldo. Al 78', però, cede anche il numero 99 di mister Semplici sotto i colpi del trio Pjanic-Dybala-Ronaldo.

È un'azione da manuale quella dei bianconeri: Pjanic verticalizza in maniera perfetta per Dybala che offre sul secondo palo un cross perfetto per Ronaldo che con una frustata di testa riesce a battere Berisha, 2-0 e applausi scroscianti all'Allianz Stadium. Dopo 5' di recupero si chiude così il match tra Juve e Spal. 

TABELLINO

JUVENTUS - SPAL: 2-0

Juventus (4-3-1-2): Buffon, Cuadrado, Bonucci (C), De Ligt, Matuidi, Khedira (61' Emre Can), Pjanic, Rabiot (77' Bentancur), Ramsey (65' Bernardeschi), Dybala, Ronaldo. Allenatore: Sarri. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Beruatto, Demiral, Higuain, Rugani.

Spal (3-5-2): Berisha, Tomovic, Vicari (C), Igor; Sala (72' Jankovic), Murgia (57' Strefezza), Missiroli, Valdifiori, Reca, Petagna, Moncini (76' Paloschi). Allenatore: Semplici. A disposizione: Letizza,Thiam, Cannistra, Cionek, Felipe, Floccari, Tunjov, Zanchetta.

Reti: 45' Pjanic (Juventus), 78' Ronaldo (Juventus)

Arbitro: Piccinini della sezione di Forlì

Ammoniti: 32' Khedira (Juventus), 56' Igor (Spal), 82' Petagna (Spal)

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
SU