/ Altri sport

Che tempo fa

Cerca nel web

Altri sport | 30 settembre 2019, 07:00

Poker azzurro al Mondiale Giovanile di Alassio (Foto)

E' calato il sipario, con un bilancio più che soddisfacente, sulla rassegna iridata che ha tenuto banco per cinque intense giornate al Palaravizza. Stabiliti tre record mondiali: uno migliorato e due eguagliati

Poker azzurro al Mondiale Giovanile di Alassio (Foto)

Medaglie azzurre, interesse mediatico, consenso degli organi sportivi e politici, apprezzamento dei partecipanti, riscontro per i partner commerciali, promozione del territorio e delle sue eccellenze, coinvolgimento di nuovo pubblico. E’ estremamente positivo, sotto tutti i punti di vista, il bilancio del Mondiale Under 18 e Under 23 di sport bocce, specialità volo, su cui è calato il sipario ieri al Palaravizza di Alassio, davanti ad un folto pubblico e numerose telecamere, dopo cinque intense giornate che hanno visto protagonisti i giovani di 21 Paesi.

Il 50% delle medaglie d’oro in palio sono finite al collo degli atleti italiani.

La doppietta tricolore è arrivata proprio nella prova a coppie, quella abbinata al premio in ricordo di Dino Righetti  (a lungo d.t. della nazionale giovanile), giocata con le bocce colorate (verdi e rosse, pallino bianco), per merito di Matteo Mana e Alex Zoia nell’U23 e con Simone Mana (pur entrambi cuneesi, non ci sono parentele tra i due Mana) e Mattia Falconieri nell’U18, nel tiro di precisione U23 con Gabriele Graziano e nel tiro progressivo U23 con lo stesso Matteo Mana, unico capace di concedere il bis tra i 120 in gara.  E’ stato proprio il 21enne saluzzese, già campione europeo nell’individuale un anno fa ad Alassio, l’atleta simbolo della rassegna iridata, confermando l’azzeccata scelta degli organizzatori di uomo-copertina. Due ori arrivati in modo opposto: tiratissima la finale del progressivo, decisa all’ultimo secondo (44-43) contro il francese Seve, mentre nella prova a coppie i francesi sono stati surclassati (13-0).

Il bottino azzurro, per la gioia dello staff (c.t. Enrico Birolo, vice c.t. Piero Amerio, preparatore atletico Dario Campana, capodelegazione Marco Bricco) si è completato con l’argento di Ivan Soligon e Alex Zoia nella staffetta U23 e con il bronzo di Stefano Sciutto e Mattia Aliprandi nella staffetta U18.

Tutti gli azzurrini sono dunque saliti sul podio. Una pioggia di medaglie che riguarda diverse regioni: dalla Valle d’Aosta (Falconieri) al Veneto (Soligon e Aliprandi), dalla Liguria (Sciutto) al Friuli (Zoia) e, naturalmente il Piemonte (i due Mana e Graziano)

Due ori sono stati invece gli ori conquistati dai francesi che hanno dominato la prova veloce a coppie (staffetta) con Seve-Bourrin (U23) e con Roffino-Peyron (U18).

Il settimo oro europeo è arrivato grazie allo sloveno Gaspr Povh nel progressivo U18.

Da segnalare, nel tiro di precisione Under 18, la finale tutta sudamericana vinta dall’argentino Capdevila (salito sul podio anche) sul brasiliano Allan Paloschi.

Posto nel medagliere anche per Croazia, Serbia, Monaco, Cile, Turchia e Tunisia.

Tre i record mondiali stabiliti ad Alassio: migliorato quello della staffetta U18 dai transalpini Matheo Roffino e Nicolas Peyron Gerard (55 colpite su 59 tentativi), eguagliati quello della staffetta U23 dai francesi Clement Seve e Nicolas Bourrin (57/59) e quello del progressivo U18 dallo sloveno Gasper Povh (45/47). Stabilito anche un nuovo record africano, dal tunisino Hamza Khiari con 44/48 nel tiro progressivo Under 23.

Nella speciale classifica per nazioni, affermazione dell’Italia (26 punti) nell’Under 23, davanti a Francia (28) e Slovenia (20).

Nell’Under 18 Francia e Slovenia hanno chiuso a pari merito (26), al 3° posto la Croazia (24).

Per il Colba, il Comitato Organizzatore Locale Bocce Alassio (affiancato da Regione Liguria, Comune di Alassio e Federazione Italiana Bocce) l’evento va in archivio con la più ampia soddisfazione, con la convinzione di aver garantito al movimento un importante impulso.

Durante la cena di gala, presenti le delegazioni e numerosi ospiti, il presidente del Colba Carlo Bresciano ha dato appuntamento tra qualche settimana a Mersin (Turchia, 5-10 novembre) per il Mondiale Maschile Senior e, tra un anno, nuovamente ad Alassio per il Mondiale Femminile, secondo atto del progetto iridato 2019-2021.

Gli otto podi mondiali di Alassio 2019

Staffetta (tiro rapido a coppie)

Under 23: 1. Clement Seve-Nicolas Bourrin (Francia), 2. Ivan Soligon-Alex Zoia (Italia), 3. Luka Gaspar-Karlo Saban (Croazia) e Matija Povh-Erik Ceh (Slovenia).

Under 18:  1. Matheo Roffino-Nicolas Peyron Gerard (Francia), 2. Jaka Stremfel-Gasper Povh (Slovenia) 3. Stefano Sciutto-Mattia Aliprandi (Italia) e Lovro Sipek-Filip Klaric (Crozia).

Tiro di precisione

Under 23: 1. Gabriele Graziano (Italia), 2. Dejan Kovacevic (Serbia), 3. Lucas Hecker (Argentina) e Zan Sodec (Slovenia).
Under 18:  1. Facundo Capdevila (Argentina),  2. Allan Paloschi (Brasile), 3. Leon Petz (Croazia) e Manuel Maurin (Monaco).

Coppie
Under 23:  1. Matteo Mana-Alex Zoia (Italia), 2.  Romain Garnier-Nicolas Bourrin (Francia), 3. Denis Svalm-Dejan Kovacevic (Serbia), Erik Ceh-Zan Sodec (Slovenia).

Under 18:  1. Simone Mana-Mattia Falconieri (Italia), 2. Renzo Farias-Facundo Capdevila (Argentina), 3. Lovro Sipek-Filip Matijasic (Croazia) e Gustavo Vega-Tomas Martinez (Cile).

Tiro progressivo

Under 23:  1. Matteo Mana (Italia), 2. Clement Seve (Francia), 3. Hamza Khiari (Tunisia) e Mehmet Can Yakin (Turchia).
Under 18:  1. Gasper Povh (Slovenia), 2. Matheo Roffino (Francia), 3. Oussama Balti (Tunisia) e Lovro Sipek (Croazia).

W.A.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium