/ Juve

Juve | 01 ottobre 2019, 23:03

Juve, esordio perfetto allo Stadium in Champions: 3-0 al Leverkusen con un'ottima prova corale

Facile Tris di Bonucci e compagni, che risolvono la pratica "Aspirine" e salgono a quota 4 punti in classifica con l'Atletico Madrid: a segno Higuain, Bernardeschi e Ronaldo. Il miglior modo per prepararsi al derby d'Italia di domenica sera

Juve, esordio perfetto allo Stadium in Champions: 3-0 al Leverkusen con un'ottima prova corale

Non stecca la prima in casa in questa Champions League la Juventus di Maurizio Sarri che regala al suo allenatore il miglior esordio possibile all'Allianz Stadium vincendo 3-0 contro il Bayer Leverkusen.

Un match mai veramente in discussione anche grazie alla stupenda rete di Higuain, migliore in campo insieme a Cuadrado, dopo appena 17' dall'inizio. Di Bernardeschi la rete del 2-0 poco dopo il 60' e di Ronaldo (meno preciso del solito) quella del 3-0 a 1' dal termine dei minuti regolamentari. Nel complesso è stata una buona Juve quella vista questa sera, sicuramente non ancora brillante per tutti i 90', ma in crescita e soprattutto molto meno in affanno in fase difensiva. Sono stati, infatti, praticamente nulli i pericoli corsi dalla retroguardia della Vecchia Signora nel corso dell'intero match.

Doveroso segnalare, però, una brutta prestazione del Bayer Leverkusen che ha cercato di tenere la palla, soprattutto nei primi 45', ma è stato un possesso sterile che non ha creato problemi alla Juve. Nel secondo tempo, poi, i tedeschi provano a rientrare in partita, ma dopo la rete di Bernardeschi si spengono definitivamente. La Juve esce con tanta autostima in più da questa sfida, il miglior ingrediente per prepararsi al meglio per il super derby d'Italia di domenica sera a San Siro.

CRONACA
I primi 10' di gara sono di studio, da una parte e dall'altra: la Juventus si preoccupa prima di tutto di essere ordinata tra i reparti senza lasciare spazi per fare male in verticale al Bayer Leverkusen, mentre i tedeschi dal canto loro cercano di tenere in mano il pallino del gioco facendo girare la palla, ma si tratta di un possesso sterile che non porta grossi pericoli alla formazione bianconera. Al 17', poi, il match decolla grazie a una straordinaria rete di Gonzalo Higuain che dopo aver messo giù a terra un pallone non spazzato bene di testa da Tah (su un cross proveniente dalla destra) insacca alle spalle di un incolpevole Hradecky la rete del momentaneo 1-0 che fa esplodere l'Allianz Stadium.

Secondo gol stagionale per l'attaccante argentino, dopo quello segnato al Napoli un mese fa. Dopo il vantaggio la Juve veste i panni della Vecchia Signora d'impronta allegriana e pensa più a gestire il risultato piuttosto che andare alla ricerca della seconda rete. I ragazzi di Bosz, sostenuti costantemente dai tanti tifosi arrivati dalla Germania, provano a prendere in mano il pallino del gioco con un insistente possesso palla, ma nonostante un paio di buone giocate di Volland e Aranguiz non riescono a rendersi pericolosi dalle parti di Szczesny. Poco presente perché ben neutralizzato dalla difesa juventina la stella Kai Havertz.

A 5' dal termine della prima frazione di gara i bianconeri hanno la possibilità di raddoppiare, ancora una volta con Higuain: il "Pipita" si fa trovare libero al limite dell'area, sul versante di sinistra, e viene servito con i tempi giusti da Khedira, ma la sua conclusione pur essendo molto potente è troppo centrale e non crea particolari problemi all'estremo difensore del Bayer. Terminano, dunque, sull'1-0 i primi 45' dell'esordio casalingo in Champions League della Vecchia Signora.

Nella ripresa parte subito forte la squadra di Bosz e al 48', sugli sviluppi di un calcio d'angolo, Aranguiz prova la botta al volo con la palla che esce a lato di poco alla destra di Szczesny. Al 57' arriva la risposta della Juve con l'uomo della Champions: Ronaldo riceve palla sui 16 metri in posizione centrale e lascia partire un destro che viene, però, ben respinto da un attento Hradecky. Il secondo gol della Juve, però, è nell'aria e arriva al 61' dopo il consulto del VAR: Higuain inventa per Ronaldo che arriva sul fondo e crossa una palla insidiosa rasoterra al centro dell'area di rigore e il più lesto ad approfittarne è Federico Bernardeschi che mette in rete la palla del 2-0.

Al 74' Ronaldo ha la possibilità di scrivere il suo nome sul tabellino dei marcatori, ma ancora una volta si fa ipnotizzare da Hradecky sotto porta. A 1' dal termine dei tempi regolamentari, però, il portoghese si sblocca in questa Champions League: il gol lo confezionano i due neo-entrati Bentancur e Dybala. Il primo serve il secondo che con un passaggio filtrante con il contagiri pesca Ronaldo che fulmina il custode della porta tedesca per il definitivo 3-0.

JUVENTUS - BAYER LEVERKUSEN 3-0

Juventus
(4-3-3): Szczesny: Cuadrado, Bonucci (C), De Ligt, Alex Sandro; Khedira (73' Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (78' Ramsey), Higuain (83' Dybala), Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri. A disposizione: Buffon, Demiral, Rabiot, Rugani.

Bayer Leverkusen (4-4-2): Hradecky; Weiser, Tah, S. Bender, Wendell; Havertz, Baumgartlinger, Aranguiz (80' Sinkgraven), Demirbay (46' Amiri) Alario (68' Paulinho),Volland (C). Allenatore: Bosz. A disposizione: Ozcan, Diaby, Dragovic, Retsos.

Reti: 17' Higuain (Juventus), 62' Bernardeschi (Juventus), 89' Ronaldo (Juventus).

Arbitro
: William Collum (Scozia).

Ammoniti
: 19' Aranguiz (Bayer Leverkusen), 55' Cuadrado (Juventus).

Andrea Colella

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium