/ Calcio

Calcio | 10 ottobre 2019, 14:00

CHIERI ELIMINATO - Coppa Italia D: 0-3 Sanremese, prima sconfitta (ma età media 19 anni)

Morgia: "All'opera ragazzi contro un avversario costruito per vincere. Sono comunque soddisfatto di quanto visto"

Mister Massimo Morgia (Chieri)

Mister Massimo Morgia (Chieri)

SERIE D

Prima sconfitta stagionale per il Chieri di Massimo Morgia, reduce da tre vittorie consecutive in campionato e ko ieri contro la Sanremese in Coppa Italia Serie D: il finale è 0-3. Il tecnico Morgia, però, schiera una formazione che è quasi una Juniores con età media di circa 19 anni. Nonostante questo, dice il mister, si è vista una prova di buona personalità.

SANREMESE-CHIERI 3-0

ARBITRO: Fichera di Milano (Marra di Milano e Daghetta di Lecco).

RETI: 11’ e 37’ Demontis, st 37’ L’Kaxhiu.

SANREMESE: Morelli, Bregliano, Manes, Demontis, Vitiello, Taddei, Gagliardini, Calderone, Pellicanò, Fenati, Gerace. A disp. Brizio, Maggi, Bellanca, Spinosa, Scarella, Colombi, Scalzi, Buccino, L’Kaxhiu.
All. Ascoli.

CHIERI: Bertoglio; Nouri, Bellocchio, Mosagna, Pautassi; Di Lorenzo, Della Valle, Varano; Bragadin, De Riggi, Di Sparti. A disp. Luppi, Bruni, Giacinti, Benedetto, Berbero, Sbordone, Cecchi, Johnson Yeboah, Melandri.
All. Morgia.

IL MATCH

Il Chieri parte bene, ha una mezza occasione con Di Sparti, ma all’11’ una deviazione su una conclusione da fuori di Demontis costringe Bertoglio a raccogliere il pallone dalla porta senza colpe. Tutta la prima mezz’ora vede gli azzurri costantemente nella metà campo avversaria, senza tuttavia trovare la giocata per far male.
Al secondo affondo la Sanremese raddoppia ancora con Demontis, abile a battere Bertoglio (prodigioso due minuti prima su un bolide dello stesso Demontis) con un tiro-cross che si trasforma in un beffardo pallonetto.
Nella ripresa Morgia manda in campo tutti i pezzi da 90: subito Yeboah, Giacinti e Benedetto, poi Sbordone e infine al 24’ anche Melandri.
La reazione immediata c’è eccome, ma la Sanremese ormai ha alzato la serranda, resiste e alla distanza ha ancora la forza per colpire di rimessa e chiudere il match con la terza rete firmata da L’Kaxhiu.
Noi alla Coppa Italia ci tenevamo, per cui siamo dispiaciuti, però siamo un gruppo unico e oggi volevo vedere all’opera alcuni ragazzi contro un avversario costruito per vincere. Sono soddisfatto di quello che ho visto e quanto avvenuto oggi mi dà delle indicazioni importanti su questa squadra”.

Michele Rizzitano

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium