/ Volley

Volley | 16 ottobre 2019, 09:00

Presentato alla stampa il Volley Parella Torino 2019/20 (Foto)

Nella sala dell'Assessorato allo Sport del Comune di Torino

Presentato alla stampa il Volley Parella Torino 2019/20 (Foto)

E' stato presentato alla stampa il Volley Parella Torino 2019/20.

Presenti nella sala dell'Assessorato allo Sport del Comune di Torino il presidente del sodalizio, Gianluca Facchini, la collaboratrice dell'Assessore Finardi, Nicoletta Savio, il Direttore Generale di Vivibanca, Antonio Dominici, l'allenatore della prima squadra maschile, Lorenzo Simeon e il capitano della femminile Vittoria Carrè.

Tema principale, il ritorno della pallavolo maschile torinese in Serie A dopo 18 anni, con l'esordio dei biancorossoblu domenica alle 18 nel nuovo impianto casalingo del PalaCupole di Via Artom 111, contro la Pallavolo Motta.

Abbiamo riportato la Serie A della pallavolo nella città di Torino – dice il Presidente Gianluca Facchini – Quest’anno ci sono alcune novità che interessano in particolare la squadra maschile. Con la promozione in A3 abbiamo apportato alcuni cambiamenti dovuti anche allo scatto di categoria, di cui siamo orgogliosi. Giocheremo infatti al PalaCupole di via Artom e non più all’impianto che ha ospitato il Parella fino ad oggi, che non rientrava nei canoni previsti dalla Lega. Il Palazzetto è stato messo a disposizione dal Comune di Torino, che ringrazio.

La femminile invece, in B1, resta alla Manzoni. Entrambe le prime squadre sono il nostro fiore all’occhiello, ma questa è solo la punta dell’iceberg. Per noi è molto importante il settore giovanile, perché l’obiettivo principale del Parella è portare il maggior numero di giovani possibile in prima squadra. Contiamo già più di 300 atleti nelle giovanili, che negli anni hanno ottenuto anche titoli importanti. Abbiamo avuto modo di far arrivare in prima squadra 3-4 elementi della maschile. Con la femminile è più difficile, ma ambiamo a riuscirci anche lì. Per noi è molto importante fornire una formazione sia di tipo sportivo che di tipo culturale. La crescita degli allievi deve essere motivo di stimolo.  Un ringraziamento anche a Vivibanca, che ha scelto di intraprendere questo percorso con noi e che ha come punto di forza la crescita continua. Un’altra novità che riguarda la stagione della squadra maschile è la campagna abbonamenti, che sta per partire. Da quest’anno sarà possibile sottoscrivere un abbonamento con prezzi alla portata di tutti per assistere alle partite. Proseguiamo intanto con le procedure per dare vita al nostro Palazzetto, con il progetto che è già pronto. Ci vorrà all’incirca un anno e mezzo per completare l’opera. Siamo fiduciosi e vogliamo partire al più presto con la sua realizzazione”.

Il perchè di questa sponsorizzazione? - dice il Direttore Generale di Vivibanca, Antonio Dominici - C’è una liaison con questa squadra di volley, perché anche Vivibanca è nata da un’iniziativa fresca e giovane, come questa società, ed è in continua crescita. La scelta della pallavolo è arrivata per caso. Io ho un passato come dirigente della Lega e trovo che la pallavolo sia uno sport bellissimo. Fa molto piacere aver intrapreso questa iniziativa, nel quale siamo entrati in punta di piedi. Speriamo di poter accompagnare il Parella nel suo percorso e che il volley torinese resti in Serie A il più a lungo possibile. Vogliamo dare il nostro contributo per far sì che questa squadra resti nella massima categoria”.

La squadra è cambiata molto poco – dice invece coach Lorenzo Simeon - Questo rappresenta un vantaggio tecnico perché il gruppo è insieme da ben due stagioni. Non c’è perciò necessità di costruire il gioco. Dobbiamo riassettarci al livello superiore che caratterizza l’A3. Ci sono alcune squadre che come noi sono state promosse, mentre altre che sono retrocesse dall’A2. Il livello resta quindi un’incognita per ora. Siamo pronti per cominciare con entusiasmo. Il nostro è un gruppo che non è mai stato in A a parte due elementi e questo ci dà la forza per dimostrare di poter fare bene. L’obbiettivo è di rimanere in A 3, ma sarà difficile con le 7 retrocessioni previste. Bisognerà dare il 200%”.

La nostra squadra è giovane e si è rinnovata – dice il capitano della femminile, Vittoria Carrè - Sono cambiati 7 elementi su 12 quindi il gioco deve ancora prendere forma. L’obbiettivo è quello di restare in B1. Nel precampionato abbiamo avuto modo di fare alcuni test: alcuni sono andati bene, altri meno. C’è tanta voglia di cominciare e sabato potremo farlo, subito contro un avversario impegnativo come la Pallavolo Picco Lecco. Il livello quest’anno è altro. Noi speriamo di fare bene e concludere a meglio la stagione”.

LA STORIA DEL PARELLA

Lo Sporting Libertas Parella nasce nel 1981, per dare sfogo agonistico a quelli che allora erano corsi di pallavolo per ragazzi e ragazze organizzati dalla Libertas e che si tenevano presso la sede I.S.E.F. (ora S.U.I.S.M.) di piazza Bernini 12 a Torino. I fautori di questo cambiamento sono tre amici, appassionati di pallavolo e giocatori al tempo stesso: Franco Penno, Giorgio e Gianluca Facchini. Nel 1984 la Società viene affiliata per la prima volta alla F.I.P.A.V.: affronta il campionato provinciale under 15 femminile, arrivando alle finali provinciali.

Sull’onda dell’entusiasmo, l’anno successivo oltre al settore femminile si apre anche quello maschile ed un gruppo di ragazzi alle primissime armi affrontano i campionati giovanili e la terza divisione. Da allora i passaggi di categoria si susseguono fino alla promozione nella serie B2 della prima squadra femminile femminile ed in serie A2 nel settore maschile. Dallo Sporting Parella passano tra gli altri, come allenatori o come atleti, l'attuale allenatore della Nazionale italiana, Gianlorenzo "Chicco" Blengini, Stefano Caire e Mauro Barisciani, che si sono seduti o siedono tuttora su prestigiose panchine di Serie A. Tutto questo è stato reso possibile grazie anche al passaggio nelle file della Società di migliaia di ragazzi e ragazze che, con il loro entusiasmo, ci spingono sempre più in alto.

Questo movimento ha portato il Volley Parella Torino ad ottenere prestigiosi risultati anche in ambito giovanile, con la conquista di quattro Scudetti e di venti titoli Provinciali Libertas, di dieci titoli Provinciali Fipav e di due titoli Regionali Fipav, conditi da quattro partecipazioni alle Finali Nazionali Giovanili. Numerosi i successi anche delle squadre "adulte", che hanno portato in dote una Coppa Italia e tre Coppe Piemonte oltre a svariate promozioni.

R.G.

Ti potrebbero interessare anche:

Загрузка...
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium